Ottime notizie per le imprese turistiche abruzzesi e, in particolare, per quelle situate nell’area del cratere sismico dell’Aquila: il Ministero per lo Sviluppo Economico ha promosso per la Regione Abruzzo una serie di finanziamenti a fondo perduto anche per il 2019, dopo l’edizione dell’anno precedente. Ciò significa che sia per le imprese turistiche nascenti sia per quelle che puntano all’innovazione sono previste forti agevolazioni da parte dello Stato, ma procediamo con ordine.

Why & Who: Finalità e requisiti dei finanziamenti a fondo perduto

Il Bando Cratere Aquilano – questo il nome dell’iniziativa – è finalizzato alla valorizzazione del patrimonio naturale, storico e culturale e alla valorizzazione dell’attrattività e dell’offerta turistica delle zone colpite dal sisma in Abruzzo. Per risollevare le condizioni economiche di un’area che ha un vissuto alquanto importante, lo Stato si impegna a stanziare dei fondi da utilizzare per supportare gli imprenditori che vogliono dare vita alle proprie idee o attuare piani di investimento per riqualificare o sviluppare le aziende turistiche già esistenti.

I requisiti che devono essere rispettati sono:

  • Essere una PMI regolarmente iscritta al registro per le imprese nella forma di: ditta individuale, società di persone, società di capitali, cooperative, società consortili e consorzi di imprese con attività esterna,
    oppure
  • Essere una persona fisica che intende avviare un’impresa, a patto che  questa sia avviata entro 30 giorni dalla comunicazione di ammissibilità ai finanziamenti

In entrambi i casi, poi, è ovviamente necessario essere registrati all’interno dell’area del cratere sismico aquilano. Considerando che verranno ammesse come beneficiarie tutte le PMI, indipendentemente dal settore in cui operano, è bene tenere a mente che oltre a dei requisiti del richiedente sono previsti anche degli specifici requisiti in merito alla richiesta stessa: non tutte le spese sono ammissibili.

 

What: Quali investimenti rientrano tra quelli ammissibili per il 2019 e a quanto ammontano i finanziamenti?

Come anticipato, è necessario che gli investimenti realizzati rispettino alcuni criteri, ovvero che la loro finalità sia oggettivamente riconducibile a:

  • La Valorizzazione turistica del patrimonio naturale, storico e culturale, oppure
  • La  Creazione di micro-sistemi turistici integrati con accoglienza diffusa, oppure
  • La commercializzazione dell’offerta turistica attraverso progetti e servizi innovativi

Tali investimenti devono assumere la forma di:

  • Ristrutturazione di immobili, per un limite massimo del 50% del valore complessivo delle spese d’investimento ammesse
    Tale limite è elevato al 70% per i programmi d’investimento aventi ad oggetto lo svolgimento di attività di ricettività turistica
  • Attrezzature, macchinari, impianti e allacciamenti, ivi inclusi mezzi mobili – purché strettamente necessari e correttamente dimensionati in base al ciclo di produzione. 
    Per il settore dei trasporti sono escluse le spese relative all’acquisto di mezzi e attrezzature di trasporto
  • Beni immateriali ad utilità pluriennale, limitatamente a programmi informatici, brevetti, licenze e marchi.

Inoltre gli importi degli investimenti devono essere compresi tra un minimo di 25.000 euro ad un massimo di 1.000.000 per ottenere il diritto ai finanziamenti a fondo perduto.

Qualora fossero rispettati tutti i criteri, il bando prevede che alle aziende spetti un finanziamento pari al 70% delle spese ammissibili: un contributo non di poco conto!

 

Where & When: Scadenza e modalità di presentazione della domanda

Le domande possono essere inviate, corredate dei piani d’impresa e della documentazione necessaria, a partire dal 5 febbraio 2019 e attenzione: non è prevista una scadenza. Sono previsti, invece, 10.000.000 di euro disponibili fino a esaurimento, pertanto la scadenza consigliata è il classico il prima possibile.

Riguardo le modalità di presentazione della domanda è necessario seguire i seguenti step:

  • Registrarsi al portale Web di Invitalia
  • Compilare la modulistica relativa alla domanda
  • Firmare digitalmente il file PDF

Tieni a mente che tra le spese per innovazione delle imprese sono comprese anche le spese per la formazione e la consulenza! Una grande occasione per fare un passo verso la digitalizzazione della tua impresa turistica.

La valorizzazione del territorio e dei servizi offerti dalla tua impresa essere massimizzati sfruttando un’oculata Strategia di Digital Marketing! Così sia la tua impresa turistica che i servizi che offri potranno beneficiare di nuova visibilità e favorire la nascita di un circolo virtuoso tra contenuti online e proposte innovative: contattaci per scoprire come può aiutarti XeniaPro!

 XeniaPro è a tua disposizione per aiutarti a elaborare un preventivo!
Contattaci per maggiori informazioni.

Sviluppo Siti Web professionali_turismo_tour Operator_CTA

M.Giulia Biagiotti

M.Giulia Biagiotti

Grazie ad un'esperienza di lavoro internazionale che l'ha portata dall'Italia a Parigi, Dublino, Valencia ed in Svizzera, Giulia si è specializzata in Digital Marketing e strategie Inbound, dall'ottimizzazione SEO alla creazione e promozione dei contenuti, per assistere le imprese nella gestione efficace della loro presenza online. Ti va di farle un saluto? Scrivile pure su LinkedIn o mandale un tweet!

Hai domande? Scrivici su whatsapp