La pandemia è stata anche un’opportunità di rimettersi in discussione, almeno per Apical e il suo network di oltre duemila aziende del settore Travel.

“Nel bel mezzo della tempesta abbiamo creato un progetto di scuola Trasformativa – spiega Nicola Zanola, Ceo e co-founder di Apical – che ad oggi ha coinvolto oltre quindici tra i migliori formatori del settore e più di quattrocento partecipanti. Insieme ai nostri partner abbiamo creato qualcosa che fino ad un anno fa non ci saremmo mai immaginati e che sta cambiando la nostra e le vite di tante persone.

Apical Transformational School, come è nata

Apical Transformational School (Ats) oggi è una scuola in grado di offrire ai suoi partecipanti formazione, network e percorsi di accelerazione personalizzati in grado di ridisegnare il proprio modello di business indirizzando i prodotti verso l’innovazione, la trasformazione e la sostenibilità. Ma la storia di Ats affonda le radici con lo scoppio dell’epidemia di Covid 19. Fino a marzo 2020 Apical era infatti solamente un software in grado di abilitare chiunque a vendere i propri prodotti online e grazie ai successi ottenuti con i partner e alla crescita esponenziale la startup italiana sembrava poter immaginare di fronte a sé un futuro ben definito.

“La pandemia ha cambiato i piani – spiega Nicola -, il nostro modello di business era basato sulle vendite e come si può ben immaginare lo stop del mercato ci ha fortemente penalizzati. Ad un certo punto ci siamo resi conto che non solo noi ma anche tutta la nostra rete, se non tutto il nostro settore, stagnava nell’incertezza. Abbiamo deciso di prendere il toro per le corna e ci siamo messi a fare quello che ci veniva meglio: ascoltare le persone”.

Dopo una campagna di ascolto, Apical si accorge che alla maggior parte delle aziende Travel mancavano risorse (non solo economiche, soprattutto informazione e formazione), mancava una direzione e un luogo dove potersi confrontare e fare network per affrontare la tempesta.

“Partendo dai dati in nostro possesso abbiamo deciso di creare innanzitutto una community su Facebook dedicata ai Travel Creator innovativi e sensibili alla sostenibilità, due temi diventati ancora più centrali da quest’anno. Un luogo dove crescere e confrontarsi insieme superando la tradizionale diffidenza tra i player del mercato.

Dopodiché abbiamo messo le basi per un progetto di formazione che si declina su vari fronti e non avremmo potuto farlo senza l’aiuto di quindici insegnanti fantastici”.

Apical Transformational School oggi si compone di un team di oltre venti persone: esperti del settore Travel, di Sostenibilità, di progettazione Business e Prodotto, Marketer e Sviluppatori.
“Ogni giorno riceviamo richieste di contatto, di persone interessate, di Travel Creator che vogliono partecipare. Questa per noi è una delle metriche più importanti per capire che ciò che stiamo facendo sta davvero funzionando”. 

Apical Transformational School, i risultati

Apical Transformational School è innanzitutto percorsi di accelerazione per aziende Travel: il Pilot Program, dedicato a chi deve partire o resettare il proprio modello, e il Growth Program, dedicato a chi vuole crescere e scalare, contano ad oggi circa 40 candidati e tre edizioni confermate (una già quasi conclusa). “I programmi di accelerazione sono percorsi disegnati su otto sprint da due settimane, dove alle aziende vengono dati formazione, materiali e consulenza – spiega Zanola -. La prima edizione del Pilot sta per concludersi e abbiamo già completato la seconda classe, che partirà a febbraio”.

C’è poi la formazione, a partire da quella gratuita che viene fornita a tutti i membri della community e che a dicembre ha avuto il suo apice con la Future Learning Week, una settimana con oltre 15 ore di formazione dei docenti della Ats e più di 700 iscritti da tutta Italia.
“La continuazione della formazione gratuita – spiega Zanola – è l’offerta di Workshop a numero chiuso: i primi due sono andati molto bene e presto ne annunceremo di nuovi. 

Ultima, ma sicuramente non per importanza, la Formazione Finanziata. Grazie a bandi presenti in tutta Italia la Apical Transformational School è in grado di offrire formazione per Aziende Travel con nessun costo a carico degli imprenditori.

“Questa settimana grazie a Dote Unica Lavoro – racconta Zanola – partiremo con 150 ore di formazione per oltre venti aziende in Lombardia ma nei prossimi mesi faremo di tutto per offrire questa opportunità anche agli imprenditori che operano in altre regioni”.

Come saperne di più di Apical

“Il modo migliore per saperne di più è unirsi alla nostra community su Facebook – conclude Nicola -. Apical sin dallo scoppio della pandemia ha fatto dell’ascolto la sua più importante peculiarità e siamo convinti che in un ecosistema trasformativo le aziende possano davvero ottenere risultati straordinari. Nella community nascono confronti, idee e anche i primi progetti. La Apical Transformational School nelle prossime settimane lancerà un’importante novità che crediamo possa avere un enorme impatto su tutto il settore e chiunque ne voglia far parte può accedere se crede fermamente nei valori dell’innovazione sociale e della sostenibilità. Questa è la missione di oltre duemila aziende nel nostro ecosistema, insieme possiamo davvero essere il cambiamento”.

Per iscriversi alla community di Apical e accedere alle novità e al programma della Apical Transformational School qui il link: https://apical.org/join-community