BIKENBIKE è una piattaforma social che connette chi cerca un viaggio o una escursione in bici (bike tourist) con chi la organizza (bike ambassador privati, cioè appassionati di cicloturismo che cercano compagnia) e bike ambassador pro cioè tour operator, guide cicloturistiche e associazioni attive nel settore. Gli utenti creano un proprio profilo social, scelgono un tour e possono scambiarsi feedback e storytelling riguardo i viaggi condivisi. L’obiettivo è quello, attraverso la condivisione della passione per la bici, di aiutare i cicloturisti e le persone comuni a scoprire il mondo in un modo diverso.

La parola a Matilde Atorino, punto di riferimento per BIKENBIKE:

Come vedi il futuro del turismo in Italia?

Crediamo nelle potenzialità delle realtà locali che attraverso il web e grazie a forme di turismo più rispettose e attente alla ecosostenibilità intesa a 360 gradi, possono contribuire a rendere il turismo in Italia maggiormente attrattivo e differenziato. In questa ottica, il cicloturismo facilita la scoperta del territorio e di itinerari al di fuori delle classiche mete turistiche.

Come vivi e vedi l’evoluzione nel marketing turismo?

Crediamo sia fondamentale anche nel turismo potenziare le attività di marketing targhettizzate e capaci di rispondere in modo specifico alle diverse esigenze. L’uso dei canali social e strumenti come lo storytelling sono oggi fondamentali per promuoversi avvicinandosi al pubblico in modo più diretto e veritiero.

Qual è il tuo strumento di digital marketing più potente e perché?

Instagram e Facebook per la condivisione di immagini e video delle gite in bicicletta.

La tua citazione o motto che motiva voi o il vostro target ogni giorno

Bikenbike è cicloturismo social

Quale è stata fino ad ora la sfida più grande?

Passare dalla passione per la bici ad un progetto da condividere con gli altri

Numeri e statistiche che credi siano interessanti citare

Solo in Europa la bike economy i ha un valore di 200 miliardi di euro su base annua. Il cicloturismo italiano è un mercato che muove circa 3,2 miliardi di euro all’anno e ci sono circa  2 milioni di cicloturisti. L’84% degli utenti di Facebook afferma che i viaggi condivisi sul social dagli amici sono di grande ispirazione e l’87% dei viaggiatori prenota o cerca informazioni on line, utilizzando, in ordine decrescente, pc, smartphone e tablet.

Grandi margini di crescita, insomma, secondo Matilde Atorino per una passione che accomuna moltissime persone, in Italia e in tutto il mondo.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora prova la nostra newsletter

Iscriviti e sarai tra i primi a scoprire gli ultimi trend e strategie per promuovere la tua attività turistica. I migliori articoli direttamente nella tua mailbox.

Hai domande? Scrivici su whatsapp