expedia accelerator

Expedia lancia l’Accelerator Program, un programma che permette di migliorare a pagamento il posizionamento degli hotel nella lista dei risultati della ricerca degli utenti. Come funziona il nuovo programma?

Expedia non ha rilasciato informazioni dettagliate sul metodo “bidding”, ma potrebbe trattarsi di una sorta asta pay per click: il che significa che Expedia diventa un vero e proprio marketplace in cui gli hotel competono l’uno contro l’altro per migliorare il proprio posizionamento, così come è accaduto finora in alcuni aggregatori. Questa è una novità che, se dovesse prendere piede, potrebbe rivoluzionare il mondo della distribuzione, delle OTA e il ruolo delle agenzie di viaggio. Per ora, Expedia Accelerator Program è stato rilasciato solo in alcuni Paesi, registrando soddisfazione ed entusiasmo da parte degli albergatori che lo hanno provato.

La novità rilevante annunciata non sta nel fatto che un albergo potrà ottenere un posizionamento migliore rispetto ai competitor pagando di più, ma che gli alberghi potranno competere l’uno contro l’altro per la stessa location, lo stesso periodo, la stessa disponibilità. Per il cliente di Expedia che effettua la ricerca questo potrebbe essere un valore aggiunto perché il criterio di posizionamento verrà reso noto, mentre per Expedia il valore aggiunto sta nell’offrire un marketplace in cui i livelli di competizione e gli investimenti potrebbero diventare altissimi. Per gli albergatori potrebbe voler dire che, a parità di qualità, disponibilità, offerta e recensioni da parte dei clienti, sarà possibile pagare per migliorare il proprio posizionamento in determinati periodi, giorni, fasce orarie, ma potrebbe significare anche un investimento significativo in denaro dovuto alla concorrenza con i competitor diretti.

Quali saranno i costi per un Hotel?

Ad oggi, è impossibile prevedere cosa comporterà a livello di costi per gli hotel, anche perché non verrà rilasciato in Italia nel 2016, ma siamo sicuri che se il programma di Expedia dovesse prendere piede, potrebbe portare cambiamenti significativi sia nel mondo delle OTA, sia nella vita della singola struttura che potrebbe avere uno strumento di controllo diretto del proprio budget investito contro i competitor.

Expedia Program Accelerator può essere ritenuto ingannevole per i consumatori?

Chiamata a rispondere a questa domanda dall’American Hotel & Lodging Association – secondo la quale le aste per il posizionamento potrebbero generare risultati ingannevoli e dannosi per i consumatori – Expedia ha fatto sapere che il sistema ad asta non sarà l’unico criterio per il posizionamento. Secondo quando dichiarato dal responsabile stampa Sarah Waffle Gavin in una intervista rilasciata a Skift:

I nostri risultati sono customizzati per mostrare liste che sono il miglior risultato per i bisogni espressi dai nostri clienti e ogni ricerca vien effettuata con diversi filtri che permettono di ottimizzare il contenuto anche per richieste come le amenities, il quartiere, lo status VIP. (…)
In Expedia abbiamo raffinato l’algoritmo durante gli scorsi 20 anni per dare la priorità ai risultati in base a Forza dell’Offerte, Punteggio di Qualità e compensazione. Questa combinazione ha prodotto la soddisfazione dei clienti, dimostrata dalla prenotazioni.

Non basterà pagare e partecipare ad un’asta, quindi, per posizionarsi al primo posto e dare una accelerata al proprio business? Vedremo non appena Expedia darà la possibilità agli Hotel anche in Italia di testare il nuovo Accelerator Program!

Ti è piaciuto questo articolo? Allora prova la nostra newsletter

Iscriviti e sarai tra i primi a scoprire gli ultimi trend e strategie per promuovere la tua attvità turistica. I migliori articoli direttamente nella tua mailbox.

Commenti

Lascia un commento e condividi il tuo punto di vista con la community

Davide Valin

Davide Valin

Consulente Marketing per gli operatori Turistici. Appassionato e attivo nel settore turistico da 20 anni ora con Xeniapro supporto le aziende del settore nel processo di ideazione, gestione e coordinamento di un piano di Comunicazione e Marketing Digitali. La nostra missione: aiutiamo gli operatori turistici a catturare e trasformare chi pianifica un viaggio online in cliente. La nostra vision: Comunicare, con successo, l’identità, la passione e l’attività degli operatori turistici al target di riferimento. Come lo facciamo? Utilizziamo strategie di Inbound Marketing dove tutti i servizi sono coordinati tra loro in linea con il ciclo di acquisto del cliente.