Con l’arrivo dei chatbot e l’ingresso delle app di instant messaging tra i possibili strumenti di digital marketing e i flop di molti che ci hanno provato senza troppo successo, ci si chiede se i social media siano ancora uno strumento su cui investire per ottenere risultati concreti nel settore turistico.

Ma basta una breve ricerca nel web per scoprire le magie di chi gestisce i social media di destinazioni come l’Australia, che reso virali le bellezze faunistiche australiane o di guide turistiche egiziane che hanno usato sapientemente i social network per ridare fascino a bellezze tanto storiche quanto forse banalizzate.

Switzerland Tourism: un altro esempio di uso sapiente dei social media per la promozione della destinazione turistica.

 

Dalla cura delle relazioni con i clienti viaggiatori, alla creazione del desiderio della partenza, alla promozione online delle offerte, al miglioramento delle performance SEO, e chi più ne ha più ne metta…Sono innumerevoli le applicazioni e i modi in cui i social possono rivoluzionare l’industria turistica.

 

E non si parla soltanto di Youtube, Facebook e Instagram, social media particolarmente indicati per il turismo leisure ma anche di LinkedIn e Twitter, più efficaci per il segmento business o MICE.

 

Ecco perché nell’epoca del viaggiatore digitale, i social media non possono più mancare nella tua strategia di web marketing turistico.

E qui sorge la domanda spontanea… Come garantirne una gestione efficace?

#Faidate, #marketingmanager o #agenzia?

management ma non è il caso di piccole strutture turistiche come la tua, che ti stai ancora impegnando ad emergere e il budget a disposizione non è poi così elevato. Ma vi sono comunque delle alternative fattibili. Per aiutarti a valutare le possibili soluzioni per una gestione efficace dei tuoi social network, abbiamo riassunto per te i possibili pro e contro di tre scenari: il fai-da-te, assumere un marketing manager o rivolgerti ad un’agenzia specializzata.

1.Il social media manager fai-da-te

Se sei una piccola struttura ricettiva, un tour operator o agenzia di viaggi in avviamento, probabilmente non avrai ingenti budget da dedicare al marketing dei tuoi servizi turistici ma avrai già cominciato, saltuariamente, a gestire da solo i tuoi social; o perlomeno questo conti di fare.

I Pro:

  • Tu sei il migliore conoscitore del tuo mercato: anche se hai appena avviato la tua impresa turistica, è la tua esperienza a parlare di risultati quando si tratta di interagire in maniera ottimale con i (potenziali) clienti, tanto online quanto offline. Una competenza non indifferente che può essere eguagliata solo da un’agenzia o da un social media manager davvero esperto del settore turistico.
  • Costi: essendo tu ad occupartene, non dovrai assumere né un’agenzia né un impiegato ad hoc, ma non trascurare il tempo che dovrai impegnare per ottenere risultati concreti.

I Contro:

  • Possibile mancanza di know how: chi apre un’impresa turistica, non sempre ha una preparazione specifica per la promozione dei propri servizi online. Digital Marketing, Design, community management sono solo alcune delle skills di cui avrai bisogno per fare il salto di qualità sui social.
  • Se tu gestisci i social, chi gestisce la tua impresa? Anche avendo le competenze necessarie, gestire i social richiede tempo: tralasciando strategie e report avanzati, anche solo un post settimanale costa tempo e impegno, che non sempre si può dedicare in maniera continuativa.  

 

Il consiglio: fai le tue ricerche. Se hai già optato per la soluzione del social media manager fai-da-te, avrai sicuramente già un account sui maggiori social media. Ciò non significa che siano i social media migliori per la tua specifica nicchia di mercato turistico. Fai delle ricerche ad hoc prima di investire tempo (e non solo denaro) sui social meno indicati per il mercato che vuoi raggiungere.

2. Assumere (social media?) marketing manager

Se la tua impresa ha cominciato a dare i risultati, avrai già pensato di investire del budget assumendo personale qualificato per migliorare le tue strategie di marketing turistico, social media inclusi.

I Pro:

 

  • Una migliore integrazione nel team: uno dei vantaggi principali di avere un impiegato interno a gestire i tuoi social, è la velocità con cui potrà integrarsi con il tuo team attuale e apprendere a conoscere il tuo mercato specifico. Se da una parte un’agenzia specializzata conosce già il linguaggio specifico e il mercato turistico, difficilmente avrà accesso ai dati aziendali e al know-how aziendale al livello e velocità di un impiegato interno.

 

I Contro:

  • La scelta della persona (personalità) giusta: il social media manager sarà il rappresentante della tua impresa e brand, dei tuoi valori e personalità online. Dovrai cercare non soltanto un interlocutore ma anche una persona che sappia interagire in maniera efficace con i viaggiatori tuoi clienti, potenziali e non. La ricerca della persona (e personalità) in grado di incanalare i tratti del social media manager ideale porta via tempo e a volte anche denaro.
  • Il mix di skills più appropriato: anche se siamo nell’epoca dei social media e del marketing online, non esiste il candidato perfetto che sappia sia di digital marketing sia di social media sia di SEM, sia di SEO, sia di tutto quello che puoi immaginarti in maniera approfondita.
  • Costi: i costi legati ad un contratto di assunzione in Italia sono notoriamente alti e, in un mercato del lavoro che tende ancora a ricercare contratti a tempo indeterminato, a volte non vi è troppo spazio per la flessibilità che stai cercando, almeno in fase iniziale.

Il consiglio: non aspettarti di trovare il candidato perfetto, soprattutto se hai deciso di optare per l’assunzione di un marketing manager (mansione generale) invece di un social media manager (mansione specifica). Ciò che puoi fare, invece, è impegnarti per trovare una persona che sappia dare la giusta priorità alle strategie di marketing digitale e trasmettere la tua preziosa conoscenza del mercato efficacemente al tuo nuovo impiegato.

3. Rivolgersi ad un’agenzia di web marketing turistico

Un’altra opzione per gestire i tuoi social in maniera efficiente ed efficace, soprattutto in un primo momento, è rivolgersi ad un’agenzia specializzata in web marketing turistico.

I Pro:

  • Esperienza multi livello: soprattutto per chi è alle prime armi, può diventare un problema gestire i social media in maniera ottimale e variegata (e non parliamo soltanto di post settimanali, ma di utilizzo dei social proprio in qualità di piattaforme pubblicitarie targhetizzate); competenze che non possono mancare in un’agenzia specializzata e con esperienza del mercato turistico alle spalle.
  • Esperienza specifica nel turismo & travel: anche se hai del budget per assumere una figura specializzata in social media marketing, non è semplice trovare qualcuno che abbia un’elevata esperienza nello stesso mercato come invece può avere un’agenzia.
  • Il giusto mix di personalità sempre a portata di mano: un’agenzia conta solitamente su uno staff più o meno ampio e dalle competenze variegate proprio per poter sempre offrire le competenze giuste al momento giusto; sicuramente uno dei migliori vantaggi del rivolgersi ad un’agenzia.
  • Flessibilità & Pacchetti di servizi: che potranno farti gola, nel momento in cui non hai un budget abbastanza elevato per assumere o per rischiare in una campagna social fai-da-te.
  • Potrai imparare anche tu: con un’agenzia di web marketing turistico avrai modo di osservare le migliori strategie social applicate al tuo caso ed imparare tu stesso dai loro consigli esperti e di settore.
  • Esperienza nel perseguire obiettivi e portare risultati: in fondo, è il loro lavoro 😉
  • Più tempo da dedicare alle attività di gestione della tua impresa.

I Contro:

  • Possibili ritardi nelle comunicazioni: trattandosi di un “impiegato esterno” all’impresa, la comunicazione non sempre è delle più veloci. Ma con l’aiuto delle nuove tecnologie (da Skype, Google hangouts a Whatsapp) e con un buon lavoro di pianificazione delle comunicazioni, anche questo lato si può ottimizzare.
  • Possibili ritardi nelle consegne: uno dei contro che anche le agenzie di web marketing turistico possono avere è l’inconveniente, come per tutte le agenzie, di avere più clienti allo stesso tempo; sta all’agenzia professionale conoscere le tempistiche di ogni progetto e saperle comunicare sapientemente al tour operator, agenzia di viaggi o bed & breakfast suo cliente.

 

Il consiglio: se vuoi procedere per questa strada, scegli un’agenzia specializzata nel settore del turismo e travel e che sappia anche darti chiarezza in termini di azioni, strumenti e risultati di ogni progetto.

In conclusione

Il social media manager fai-da-te è sicuramente la soluzione più appropriata per chi riesce a ritagliare del tempo durante la gestione tipica della propria impresa turistica, a rischio però di rimanere tagliato fuori dalle potenzialità che solo dei professionisti conoscono.

Se sei una piccole struttura ricettiva in espansione, conosci le potenzialità dei social media ma non hai ancora del budget per assumere, probabilmente un’agenzia di web marketing turistico fa proprio al caso tuo: una soluzione a metà strada che permetterà di avviare il passaggio della tua impresa verso l’eccitante mondo dei risultati dei social media per il turismo.

Rosalia Spagnuolo

Rosalia Spagnuolo

Da una cittadina della Puglia alla Toscana, passando per Liverpool, Londra e Madrid. Un percorso universitario e lavorativo incentrato sui diversi ambiti del Marketing, attualmente Consulente Marketing digitale specializzata in Social Media e Content Marketing. Per collaborazioni visita il mio profilo Linkedin: https://www.linkedin.com/in/rosalia-spagnuolo-52659a44/ oppure scrivimi una mail: [email protected]