DMO, enti del turismo, enti di promozione del territorio, della città, delle valli, della costa: chi più ne ha più ne metta! Il panorama della promozione turistica italiana è frammentato tanto nell’organizzazione – dipendente dalle leggi regionali – quanto nella loro presenza social, Instagram incluso ma ciò non significa che le nostre DMO non siano in grado di creare una presenza forte e un engagement sul social più visual dei nostri tempi!

Ecco una selezione delle DMO e enti del turismo italiani di maggior successo su Instagram e cosa possiamo imparare dal loro esempio per avere successo nel magnifico settore del turismo.

Instagram, turismo & DMO

Se puntare sull’anima del territorio è la strategia di Destination Marketing migliore, Visit Trentino sta facendo un ottimo lavoro in questa direzione, liberando l’anima intrinseca delle montagne negli scorci più suggestivi della meravigliosa regione che rappresenta, aggiudicandosi oltre 60 000 followers sul suo profilo Instagram.

Anche la regione Toscana si sta dando da fare niente male: con i suoi oltre 90 000 followers, Visit Tuscany si aggiudica la prima posizione per numero di followers tra le regioni italiane, seguita da Trentino, Puglia (WeareinPuglia, con 61 000) e Veneto (42 000), cavalcando l’onda di una reputazione internazionale delle sue bellezze con l’hashtag #ToscanaOvunqueBella, con cui gli Instagrammers possono dare permesso di condividere i suoi contenuti.

Visit_tuscany_DMO-italiane-successo-Instagram-turismo.png

 

Complimenti a Marche Tourism che con oltre 30 000 followers si aggiudica il merito di essere uno dei top 5 account regionali su Instagram per ampiezza del suo seguito, ricordandoci che le Marche sono molto di più dei terremoti che la stanno tutt’ora colpendo duramente. Non a caso uno scatto della Riviera del Conero guadagna in pochissimo tempo oltre 2000 likes: un esempio non da poco per chi lavora nel turismo.

 

 

Se è d’obbligo nominare la regione toscana, vale la pena anche di dare un’occhiata all’account dedicato alla città di Firenze: Destination Florence sta facendo un ottimo lavoro puntando sia alle bellezze paesaggistiche sia agli scenari cittadini tanto amati, tanto dalla gente locale quanto dagli stranieri che non mancano mai di inserire Firenze tra i must-see del loro viaggio nel bel paese.

Destination_Florence_DMO-italiane-successo-Instagram-turismo.png

 

Con oltre 20 000 followers e circa 400 post ad oggi, BolognaWelcome dimostra un maggior investimento su questo social come canale di promozione turistica rispetto a DestinationFlorence (circa 4000 followers per circa 350 post). Merito soltanto di aver utilizzato delle descrizioni più sintetiche o aver taggato i fotografi in descrizione? Un altro esempio di DMO italiana da tenere d’occhio!

 

Once upon a time there was an enchanted city…. – 📸 @cheffa86

Un post condiviso da Bologna Welcome (@bolognawelcome) in data:

 

Cosa fare quando una destinazione non può puntare sui paesaggi da promuovere? Ci pensa l’esempio dell’account Instagram ufficiale di Milano a darci risposta: un brand improntato alla vita cittadina, dagli scorci agli eventi di punta come il post per la Milano Fashion Week a quello per la BIT, la nota fiera per gli operatori del settore turistico.

#Lessonslearned per Tour operator e agenzie di viaggi

  • Un’impronta digital ma soprattutto visual è fondamentale per sviluppare la reputazione del brand turistico ma ancor più efficace è non aver paura a prendere posizione e puntare sull’anima vera della destinazione per creare un brand davvero unico e differenziante. Un esempio? Pensate alla forza e spirito che permea lo spot Anima Sarda, di Ichnusa.
  • Se per creare una minima base di followers è sufficiente ripostare anche in automatico (date un’occhiata all’account Discover_Molise che usa Repost), i veri ritorni di immagine si notano sui brand che investono realmente su Instagram come canale, a partire dalla selezione degli hashtag ufficiali con cui si invita a rilasciare i permessi per i repost.
  • Sembra che non tutte le regioni abbiano colto ancora l’opportunità di Instagram per promuovere il territorio, lasciando spazio ad altri promotori della destinazione. Un esempio sono Basilicata e Matera ma anche Sicilia, Calabria, Campania e Valle D’Aosta che non hanno una presenza forte, nonostante il web sia in fermento con l’uso degli hashtag come #visitbasilicata o #visitmatera o con i gruppi Igers che sono presenti a livello tanto di città quanto di regione. Un’opportunità in più per Tour Operator e Agenzie di viaggio che puntano su queste destinazioni!

Infine, considera sempre che l’audience di viaggiatori e appassionati che ognuno di questi account ha sviluppato su Instagram è un’opportunità per gli Instagrammers che ottengono facilmente un report, quanto per te che cerchi visibilità per i tuoi contenuti: vedi l’esempio di Milano per la BIT. Non sottovalutarlo! 😉

Vorresti dare una svolta ai tuoi profili social e non sai da dove cominciare? Comincia da qui!

 

social_media_marketing_turismo_CTA_orizzontale

M.Giulia Biagiotti

M.Giulia Biagiotti

Grazie ad un'esperienza di lavoro internazionale che l'ha portata dall'Italia a Parigi, Dublino, Valencia ed in Svizzera, Giulia si è specializzata in Digital Marketing e strategie Inbound, dall'ottimizzazione SEO alla creazione e promozione dei contenuti, per assistere le imprese nella gestione efficace della loro presenza online. Ti va di farle un saluto? Scrivile pure su LinkedIn o mandale un tweet!

Hai domande? Scrivici su whatsapp