Il marketing turistico delle startup del settore travel si trova ad affrontare una sfida e scelte di vitale importanza a causa dell’impatto del coronavirus. 

Proprio per la delicatezza della questione, Travel Massive Live Show ha dedicato l’intera puntata n. 7 a un’analisi approfondita dell’ecosistema startup intervistando i professionisti che in questo momento stanno mettendo tutta la loro energia e creatività nella ricerca di soluzioni e idee brillanti.

Marketing Turistico Travel Massive4 modelli di marketing turistico per le startup durante il coronavirus

Le strategie di marketing turistico delle startup del travel stanno necessariamente subendo l’influenza dell’attuale emergenza sanitaria. A moderare la puntata n. 7 dedicata, andata in onda il 16 aprile 2020, come sempre è Kevin O’Shaughnessy, cofondatore di City Hook e leader di Dublino Travel Massive.

Sono intervenuti 4 ospiti rispettivamente da Los Angeles, Tokyo, Irlanda e Portogallo che hanno discusso dell’impatto del COVID-19 sull’ecosistema delle startup.

1. Secret City Trails l’app nata per il mercato domestico

Direttamente dal Portogallo interviene Wendy van Leeuwen, co-fondatrice di Secret City Trails, un’app attiva in oltre 50 città d’Europa che, attraverso percorsi segreti, giochi e indovinelli, conduce i viaggiatori alla scoperta della città scoprendone i dettagli più originali.

Secret City Trails è un progetto dedicato prima di tutto ai locali, che in questo modo hanno l’opportunità di scoprire aspetti poco conosciuti della propria città. Questo aspetto fa la differenza all’interno della situazione attualmente in atto, poiché risolve in parte il problema degli spostamenti tra regioni.

La strategia di marketing turistico messa in atto sta puntando allo sviluppo di contenuti ed esperienze valide a livello locale, in prospettiva futura questo significa collaborare con aziende locali indipendenti che hanno tutto l’interesse di riconquistare l’attenzione del pubblico non appena sarà di nuovo possibile.

Inoltre, grazie al supporto dei propri investitori, Secret City Trails ha messo a punto batterie di giochi da svolgere online e ha promosso una serie di attività interattive per coinvolgere gli utenti.

2. SkyHi e la fidelizzazione di tutti gli stakeholder come modello di marketing turistico 

In collegamento da Los Angeles c’è Rama Poola, co-fondatore di SkyHi, startup che permette di prenotare e acquistare, previo abbonamento, un volo last minute sulle diverse compagnie aeree disponibili.

A causa dell’emergenza sanitaria dovuta alla diffusione del coronavirus, SkyHi si è trovata a dover gestire un brusco calo delle prenotazioni prima e una graduale cancellazione dei voli poi, situazione che ha richiesto un cambio della propria strategia di marketing territoriale. 

SkyHi ha puntato sulla comunicazione diretta, mettendosi  in contatto con i suoi abbonati per spiegare la situazione e per offrire loro crediti di volo da utilizzare per prenotazioni future.

Per ottenere entrate extra in un momento di stallo globale, il team ha puntato sul sostegno dei propri investitori e ha continuato a lavorare sui rapporti di partnership per espandere il proprio servizio.

In particolare, il team sta lavorando all’espansione della propria offerta facendo rientrare nell’abbonamento anche l’accesso a ulteriori servizi a prezzi scontati, quali quelli legati alla ristorazione o al soggiorno in specifiche strutture ricettive.

3. Sanctifly e la strategia basata sulla sicurezza

A unirsi dall’Irlanda è Karl Llewellyn, fondatore e CEO di Sanctifly, una startup organizzata per permettere ai viaggiatori in attesa di un volo (a causa di diverse coincidenze, ritardi, cancellazioni) di usufruire dei servizi privati delle strutture ricettive o degli aeroporti stessi, quali ad esempio palestre, Spa, piscine.

La startup Sanctifly dipende fortemente dal trasporto aereo, che al momento è quasi inesistente. Per questo motivo la strategia di marketing turistico si sta focalizzando sulla riorganizzazione di quegli aspetti legati alla sicurezza e all’acquisizione di nuove abitudini di viaggio, così da essere preparati nel momento in cui si sbloccheranno, in primis, i voli legati agli spostamenti di lavoro.

Adeguare i propri sistemi di controllo grazie all’erogazione di test istantanei o di passaporti sanitari, sono alcuni dei provvedimenti che la startup sta prendendo in considerazione, oltre all’erogazione di nuovi servizi specifici da offrire, come la possibilità di igienizzare se stessi e i propri abiti in location specifiche.

4. Venture Republic e la strategia di riorganizzazione interna

In collegamento da Tokyo c’è Kei Shibata, co-fondatore e CEO di Venture Republic, startup che gestisce diversi brand di viaggi online in tutta l’Asia, tra cui LINE TRAVEL jp, il più grande servizio di metasearch/guide di viaggio online in Giappone.

Date le attuali circostanze, la strategia di marketing turistico di questa realtà non può che ripiegare sulla ridefinizione di un’analisi interna volta a esaminare e a rimediare alle lacune, puntando sul potenziamento delle proprie risorse: dal consolidamento delle proprie partnership allo studio del target dei nuovi viaggiatori che, almeno all’inizio, si dedicheranno ai viaggi di lavoro più che a quelli di svago.

Ripensare a un nuovo modello di marketing turistico significa considerare maggiormente il ruolo dell’online, studiandone in maniera capillare i punti di forza e di debolezza legati alla propria attività. Per farsi trovare preparati nel caso in cui si rendesse necessario l’utilizzo di un’app per tracciare gli spostamenti o per verificare lo stato di salute dei viaggiatori.

Cosa puoi fare per rinnovare la tua strategia di marketing turistico?

Riorganizzare il proprio modello di marketing turistico dovrebbe essere la priorità in questi giorni così delicati. Chi lavora nel segmento dell’experience può approfittare di questo momento per dedicarsi a un’analisi attenta della propria strategia ma, soprattutto, per ripensare ai vecchi sistemi apportando soluzioni innovative in linea con la propria mission. 

Per ripartire nel migliore dei modi occorre essere preparati: il confronto, lo studio del contesto attuale e l’individuazione dei propri punti di forza e debolezza diventano un’ottima occasione di ripartenza.

Dai un’occhiata alla nostra Guida al Digital Marketing Turistico e acquisisci nuovi metodi, spunti e idee per rinnovare il tuo modello di marketing turistico!
guida marketing turistico pdf

Valentina Alfarano

Valentina Alfarano

Laureata in comunicazione e marketing e specializzata in storytelling and performing arts, lavora nel settore digital come copywriter, si occupa di redazione editoriale ed è docente di corsi di comunicazione, marketing e scrittura creativa.