Che cos’è l’Eye Tracking, come funziona e quali benefici apporta nella creazione di un contenuto per il web nel settore del Marketing per il turismo?

La definizione di Eye Tracking indica una metodologia di analisi che permette di registrare e analizzare il movimento degli occhi di una persona mentre osserva un oggetto. Applicata al settore dei viaggi e del turismo in rete, questa tecnica consente di fare capire che cosa cattura l’attenzione del potenziale cliente nel momento in cui si trova a navigare su un sito web, alla ricerca della soluzione di viaggio più adatta.

Grazie all’uso di un dispositivo ad infrarossi che è in grado di “seguire” lo sguardo dell’utente del sito e grazie anche a un software che permette di registrare i movimenti dell’occhio, l’Eye Tracking registra info e fornisce dati importanti per gli addetti ai lavori. Dove è meglio posizionare le foto nella homepage di un sito di viaggi? Quali tipi di info catturano maggiormente l’attenzione dell’utente? Quali immagini utilizzare per captare l’attenzione di quanti più clienti possibili? Sono queste alcune delle domande alle quali la tecnica dell’Eye Tracking ed il Neuro web design contribuiscono a dare risposta.

Noi di Xenia Pro lo abbiamo provato per voi e vi abbiamo raccontato qui quali sono gli elementi indispensabili per conquistare l’utente e trasformarlo in cliente.

Neuro web design per i siti degli operatori del turismo, La ricerca della Università di Venezia

L’Università Ca’ Foscari di Venezia, che ha organizzato il Master in Economia e Gestione del Turismo, giunto alla 23esima edizione, ha usato la tecnica dell?Eye Tracking per analizzare e confrontare il comportamento di utenti diversi di fronte a tre siti di hotel a Venezia scelti appositamente perché strutturati in modo molto diverso tra loro. Le differenze principali erano relative alla posizione e stile della barra del menu, nonché ai colori del layout e al ruolo, all’ampiezza e al contenuto delle fotografie nella home page. Effettuando test specifici su un campione di persone eterogeneo, i partecipanti al Master hanno ricevuto importanti info. Cosa conta davvero quando un utente naviga su un sito per prenotare un viaggio? Quali sono le foto che catturano maggiormente l’attenzione di coloro che navigano sul web per organizzare i loro spostamenti?

Come posizionare foto ed immagini sul sito web per ottimizzare le performance

Le indicazioni sul posizionamento del menù, su quello delle fotografie e del calendario si rivelano molto utili per gli addetti ai lavori che, costruendo i loro siti, devono necessariamente prenderle in considerazione (appurato che l’obiettivo è quello di ottenere un numero di clienti sempre più alto). La tecnica dell’Eye Tracking ha evidenziato che:

• E’ assolutamente consigliabile che le immagini siano a tutta pagina e che presentino scorci della località dove l’hotel si trova, oltre che fotografie dell’esterno dell’albergo e delle camere.

• Il menù è meglio che sia in alto, orizzontale, con un numero non eccessivo di voci altrimenti l’utente tende a distrarsi.

• Il booking engine è meglio si sviluppi in orizzontale, ma in una zona ben visibile tenendo conto degli aspetti di gerarchia visiva.

• Per quanto riguarda il calendario, meglio se il menù è a barra verticale o a tendina, con date di arrivo e partenza.

• Evitare lunghe descrizioni delle camere che tendono a stancare l’utente.

• Le foto devono non essere troppo piccole e soprattutto non ritoccate.

• E’ consigliabile che le offerte non siano proposte in aree con stili eccessivamente in contrasto rispetto al resto del sito e colori forti.

> 10 REGOLE D’ORO PER PERMETTERE ALL’UTENTE DI PRENOTARE SUL SITO WEB DELL’HOTEL

Photo | Splitshire

Ti è piaciuto questo articolo? Allora prova la nostra newsletter!

Iscriviti e sarai tra i primi a scoprire gli ultimi trend e strategie per promuovere la tua attività turistica. I migliori articoli direttamente nella tua mailbox.