Skip to main content
WEB DESIGNCONTENT MARKETING

SEO & Turismo: Come ottimizzare i siti web per le ricerche vocali di viaggi e esperienze turistiche

By June 21, 2018September 14th, 2020No Comments
SEO & Turismo Come ottimizzare i siti web per le ricerche vocali di viaggi e esperienze turistiche_google home mini

“Ok Google, dimmi cosa posso fare domani a Venezia”.

Potrebbe benissimo trattarsi della ricerca vocale di uno dei tuoi clienti potenziali. Sono sicura che uno scenario simile ti sia già venuto in mente chiedendo a Google (sì, anche a me sembra ormai un’entità omni-presente) di cercarti il supermercato più vicino o a Siri, di mostrarti la strada per raggiungere l’ufficio dei tuoi partner nelle Cinque Terre. 

Ecco perché oggi scopriremo insieme come ottimizzare i siti web come il tuo per la ricerca vocale di viaggi e esperienze turistiche e perché ne varrà la pena. È arrivato il momento di tuffarci in uno degli aggiornamenti più interessanti nella SEO per i siti web del turismo!

Ricerca vocale & turismo: un trend o una nuova abitudine?

Siri, Google, Cortana, Alexa. La ricerca vocale non è soltanto un trend in ascesa: è un investimento importante che i maggiori player del settore stanno effettuando in un nuovo modo, ancora più semplice, di dare accesso alle informazioni su internet. Ma non soltanto: si tratta di informazioni potenzialmente a portata di smartphone, non solo di speakers. Se pensi alla facilità con cui le persone hanno adottato i messaggi vocali su Whatsapp o la ricerca vocale su Google Maps, viene naturale pensare a come approfittarne anche nel settore del turismo.

Non a caso, secondo Google, il 72% di coloro che posseggono un dispositivo che si attiva con la voce afferma di utilizzarlo come parte della routine giornalierasecondo ComScore, entro il 2020, il 50% delle ricerche sarà vocale. Gira voce, inoltre, che presto Google creerà una sezione a parte in Google Analytics per misurare i rendimenti della ricerca vocale per i siti web.

E se il tuo canale più importante è il tuo sito web, non puoi non chiederti che impatto avrà questo nuovo trend (possiamo già parlare di abitudine?) in ascesa sul tuo traffico organico, oltre che sul settore del turismo in generale.

Non si tratta di un semplice trend ma di una strategia di ottimizzazione SEO di cui devi tenere conto se hai un sito web e lavori nel settore del turismo. Ci sarà un motivo se alcuni dei maggiori player del travel hanno già colto la palla al balzo:

Come ottimizzare per la ricerca vocale di viaggi, attività e esperienze

Partiamo dai dettagli più “tecnici” (grazie Backlinko!)

Se hai deciso di investire nella creazione di contenuti ottimizzati per la ricerca vocale dei viaggi e delle esperienze che offri, ecco qualche dettaglio tecnico che potrà farti comodo sapere.

Secondo quanto emerso da un recente studio sulle ricerche vocali di Backlinko che ha analizzato 10,000 Google Home Results, cosa emerge di particolare importanza per l’ottimizzazione SEO per la voice search di siti web specializzati in turismo è il seguente scenario:

    • Velocità di caricamento della pagina anche nel caso della voice search ha un ruolo di primo piano. Il primo risultato per la ricerca vocale ha una velocità di caricamento media di 4.6 secondi (il 52% più veloce della media generale).
    • Sinteticità. Il risultato per la ricerca vocale è tipicamente conciso, breve e sintetico. Secondo lo studio, 29 parole è la lunghezza media delle risposte della voice search.
    • Semplicità d’espressione. In media, i risultati  della ricerca vocale hanno un livello di espressione da primo anno delle superiori.
    • Performance sui social. Anche se Google continua a ripetere che non sono i Social a fare la differenza, il loro peso sull’algoritmo è più che chiaro. Anche nella ricerca vocale, i contenuti con maggior engagement tendono ad avere migliori performance, con una media di 1,199 condivisioni su Facebook e 44 su Twitter.
    • Non corrispondenza tra domande e title tag. Non sembra esserci correlazione tra le domande esatte e i risultati della ricerca vocale, per cui il Backlinko sconsiglia la creazione di contenuti specifici per ogni domanda di ricerca.
    • Lunghezza dei contenuti. I risultati della voice search in Google hanno una media di oltre 2300 parole ma non sembra essere la lunghezza a renderli i prediletti quanto piuttosto la probabilità, in un testo più lungo, di trovare la risposta alle domande di ricerca. 
    • Featured Snippet. Il 40.7% di tutti i risultati di ricerca vocale scaturiscono da un Featured Snippet, il che potrebbe diventare un’ulteriore punto a favore dell’ottimizzazione in questa direzione.

 

Impossibile ignorare la SEO nel turismo: ricerche mobile, vocali e locali

Lavorare per accrescere la visibilità online dai motori di ricerca non è più un’opzione: tanto per attrarre i viaggiatori prima della partenza quanto durante la loro permanenza. Ecco dove le ricerche vocali possono diventare di estrema utilità per accaparrarsi quella fetta di clienti che si trovano già a destinazione e cercano “cose da fare a xxx”. I siti web di chi come te lavora nel turismo non possono lasciarsi scappare quest’occasione di ottimizzazione SEO.

SEO & Turismo_Come ottimizzare i siti web per le ricerche vocali di viaggi e esperienze turistiche_ricerche localiRiporta Google (2016) che quasi ⅓ delle ricerche da dispositivo mobile sono legate a una ubicazione.

SEO & Turismo_Come ottimizzare i siti web per le ricerche vocali di viaggi e esperienze turistiche_ricerche mobile

Se uniamo a questo che (WeAreSocial, 2018) 50% è la percentuale della popolazione italiana che usa lo smartphone per usare servizi di mappe digitali come Google Maps e al fatto che “le ricerche vocali da dispositivi mobili hanno tre volte la probabilità di essere legate ad una ubicazione” (Search Engine Watch), lo scenario si chiarisce ulteriormente.

Se la tua impresa lavora nel settore del turismo, non può esimersi dall’unire l’ottimizzazione per ricerche vocali alla SEO per dispositivi mobili e al contempo, locale: un’opportunità fondamentale per tutti i siti web. 

SEO & Turismo_Come ottimizzare i siti web per le ricerche vocali di viaggi e esperienze turistiche_assistente digitale per prenotare viaggiFonte: Think with Google – Travel

 

Come ottimizzare per la ricerca vocale
i contenuti del tuo sito web?

Se volessimo riassumere in breve, come ottimizzare i tuoi contenuti per la ricerca vocale dei viaggi e delle esperienze turistiche che offri, potremmo dire che:

Nella stesura dei testi, vorrai preferire:

  • Divisione in paragrafi.
  • Frasi brevi e semplici.
  • Parole di uso comune.

Inoltre, non dovrai mai dimenticare di considerare:

  • L’ottimizzazione per il Featured Snippet
  • L’utilizzo della sezione FAQ – particolarmente utili per descrivere i tuoi servizi nonché le destinazioni che servi.
  • La connessione diretta tra ottimizzazione per ricerche vocali e ricerche locali
  • L’incidenza dell’uso dei dispositivi mobili sul fenomeno.

SEO & Turismo_Come ottimizzare i siti web per le ricerche vocali di viaggi e esperienze turistiche_turismo

Considera, infine, che: Il 42% delle ricerche vocali, secondo Google, coinvolge informazioni su eventi e attività da poter fare nel prossimo futuro.

Potrebbero trattarsi di quelle organizzate dalla tua impresa turistica?

SEO TURISMO_SITI WEB_SEO_CTA_orizzontale

E se hai domande o curiosità sull’ottimizzazione SEO dei siti web per il settore del turismo, dei tour e delle attività, non esitare a scriverci o a lasciare un commento a questo post! XeniaPro è specializzata in imprese del settore dei tour, delle attività nonché del turismo come la tua 😉