Oggigiorno, tutti coloro che operano nel turismo hanno un sito web: chi lo utilizza come sito web vetrina senza troppi aggiornamenti, chi invece ha iniziato a puntare sul sito web per rispondere al potere crescente delle OTA con una soluzione a beneficio delle prenotazioni dirette.

Non per niente, le prenotazioni dirette dal sito web sono indicate tra gli obiettivi più importanti degli operatori del settore turistico (TrekkSoft, 2016).

Tuttavia la creazione di un sito web è un investimento che deve essere ben oculato per ottenere il massimo ritorno anche quando gestisci un giovane B&B o tour operator.

Aprire un sito web ad oggi può solo portarti benefici: vediamo insieme le migliori ragioni per cui dovresti averne uno al più presto.

Sito web per il turismo: 4 ragioni per cui
non potrai farne a meno

1. Metà della popolazione mondiale cerca soluzioni online

Il numeri del web continuano a crescere: con 3,424,971,237 di utenti online, stiamo velocemente raggiungendo una copertura di oltre il 45 % della popolazione mondiale. Anche se non tutte le persone che si collegano sono parte del tuo target di viaggiatori, si comprendono facilmente le potenzialità pubblicitarie del canale online.

Infatti, non sorprende che il 93% delle esperienze online comincia con un motore di ricerca, la maggior parte delle quali passa attraverso Google. Combina questa informazione con il fatto che la prima posizione nei risultati di ricerca di Google da desktop ottiene il 34.36% dei click (Advanced Web Ranking, 2015) e i primi 5 risultati in Google ottengono il 67% dei click (Neil Patel, 2017) e avrai già compreso le potenzialità di avere un sito web nei maggiori motori di ricerca.

Con più di 100 miliardi di ricerche al mese (Mashable, 2015), Google risulta decisamente il motore di ricerca più utilizzato sia per ricerche da mobile che da desktop (NetMarketShare, 2017), raggiungendo in particolare:

  • il 97% delle ricerche da dispositivi mobili, seguito da Yahoo, Bing, Baidu
  • l’ 80% delle ricerche da dispositivi desktop, seguito da Bing, Baidu, Yahoo

Un consiglio? Pensa in grande! Se oggi il tuo target comprende i viaggiatori italiani, forse un giorno saranno quelli provenienti da altri paesi e che utilizzano altri motori di ricerca. Investire oggi in un sito web per la tua attività turistica significa anche che, in un futuro non troppo lontano, avrai gli strumenti per raggiungere facilmente un target oltre confine semplicemente adattando il tuo sito web di conseguenza.

statistiche internet siti webFonte: Internet Live Stats, Agosto 2017

 

2. In aumento le prenotazioni online e da dispositivi mobili

Indiscutibile il ruolo giocato dai dispositivi mobili e la loro incidenza nei comportamenti del viaggiatore nel momento della prenotazione online. Si stima, infatti, che il 70% dei viaggiatori che possiede uno smartphone ha condotto ricerche di viaggio dal proprio dispositivo (Google, 2016) e 1 viaggio su 2 comincia proprio da dispositivo mobile, conferma anche Booking.com.

Ed il potenziale di creare un sito web, non solo in termini di prenotazioni ma anche di branding, non si esaurisce qui: secondo quanto riporta Google, il 50% dei viaggiatori Millennials ha scoperto una nuova impresa turistica, sia B&B, tour operator o altra, proprio durante una ricerca da dispositivo mobile.

siti web dispotivi mobili seo
Un consiglio? Nel momento in cui creerai il tuo primo sito web non dimenticare di richiedere due servizi base fin dal principio: ottimizzazione SEO, per garantire la tua presenza nelle prime pagine dei risultati per i tour e attività che offri, e ottimizzazione per dispositivi mobili, per andare incontro a questo trend crescente. 

3. Le ricerche “locali” sono prenotazioni potenziali

Secondo quanto riporta Google (2016), il 30% delle ricerche da dispositivo mobile sono riferite ad un’area geografica specifica e il 28% delle ricerche per qualcosa geograficamente vicino è risultato in un acquisto.

Le prenotazioni effettuate una volta che il viaggiatore è a destinazione o si trova già in viaggio compongono addirittura il 53% dei casi in cui i viaggiatori prenotano con una settimana di anticipo (Phocuswright, 2017).

Un consiglio? Che tu decida di appoggiarti ad un’agenzia per attivare la tua presenza online o preferisca un fai da te, ricorda di registrarti in Google Local Business e di creare una pagina Facebook: in entrambi i casi, una volta realizzato il tuo primo sito web, potrai inserire elementi di geo-localizzazione che aiuteranno i motori di ricerca a comprendere la zona di riferimento dei tuoi servizi turistici.

business locale

4. Con un tuo sito web, più spazio alla personalizzazione dei messaggi

Se hai già lavorato nel settore turistico, sarai sicuramente d’accordo nel dire che la personalizzazione del servizio e della comunicazione gioca un ruolo fondamentale nell’interazione con i viaggiatori tuoi potenziali clienti. Non per niente il 69% dei viaggiatori risulta più fedele ad un’impresa turistica che personalizza la loro esperienza sia online che offline (Google, 2016).

Possedere un sito web permette alla tua attività turistica di gestire la tua presenza online e adattare il tuo messaggio secondo il tuo pubblico e alla stagione grazie alla creazione di contenuti ad hoc: articoli di blog o semplici Landing Page dedicate, per elencarne alcune.

Un consiglio? Prepara una descrizione accurata del vostro target di viaggiatori. Ti risulterà molto utile tenerla sott’occhio al momento della creazione della tua prima campagna di marketing, della realizzazione della comunicazione e di certo nelle scelte di realizzazione del primo sito web.

Un consiglio in più: cerca di sviluppare il tuo sito web secondo una logica di generazione di contatti, ad esempio dando la possibilità agli utenti di iscriversi alla tua newsletter. Ti darà la possibilità di letteralmente mantenere i contatti con loro, con ottimi vantaggi in termini di branding ma anche di conversione in prenotazioni. Un ottimo approccio che potrà aiutarti nella cosiddetta “lead generation” è proprio quello dell’Inbound Marketing, un servizio offerto in maniera crescente dalle agenzie proprio per gli ottimi risultati in termini di conversione in clienti dei visitatori online.

 

In conclusione: il sito web, la tua marcia in più
– anche contro le OTA –

Con l’evoluzione costante delle logiche di comportamento dei consumatori e dei viaggiatori, possedere un sito web non solo ti dà la possibilità di raggiungere il tuo target ma anche di esprimere tutte le potenzialità del tuo B&B o Tour operator, garantendoti il primo passo verso l’espansione in nuovi mercati sia online e che non. Ma non si limita a questo: creare il tuo primo sito web è il primo passo verso l’ottimizzazione dei tuoi processi di prenotazione, data la possibilità di spingere sul fronte delle prenotazioni online dirette, scavalcando le commissioni a volte eccessive delle OTA (online travel agencies) come Viator e Getyourguide.

Al momento di creare il tuo primo sito web, ricordati di rimanere sempre aggiornato sugli ultimi trend di viaggio e di prenotazione ma soprattutto fai in modo che il tuo sito web e od ogni sua parte sia ottimizzato secondo una logica triplice: “local”, “mobile” e personalizzata, che se attivata in una logica Inbound di generazione di contatti potrà soltanto portarti benefici.

 

Sviluppo Siti Web professionali_turismo_tour Operator_CTA

M.Giulia Biagiotti

M.Giulia Biagiotti

Grazie ad un'esperienza di lavoro internazionale che l'ha portata dall'Italia a Parigi, Dublino, Valencia ed in Svizzera, Giulia si è specializzata in Digital Marketing e strategie Inbound, dall'ottimizzazione SEO alla creazione e promozione dei contenuti, per assistere le imprese nella gestione efficace della loro presenza online. Ti va di farle un saluto? Scrivile pure su LinkedIn o mandale un tweet!

Hai domande? Scrivici su whatsapp