Skip to main content
NEWS

Booking presenta Experiences, un nuovo modo di viaggiare: più tech, più smart, più divertente!

By September 22, 2016January 25th, 2017No Comments

Appena presentato ad Amsterdam, Booking Experiences è la nuova sfida del sito di prenotazioni online: non più solo soggiorni e strutture, ma anche eventi, attrazioni, attività da esperire in loco annullando file e ricerche.Lo sviluppo di Booking Experiences nasce da una domanda che ogni viaggiatore si è posto prima della partenza: una volta giunto a destinazione, cosa c’è da fare? Cosa offre la città? Quali sono le attrazioni e quali le cose da fare e vedere?

Booking Experiences, attiva a Londra, Parigi, Roma e Dubai offre una tecnologia all’avanguardia in grado di sollevare i viaggiatori dal problema della selezione delle “cose da fare e vedere”: il servizio, integrato nell’App di Booking, presenta all’utente la migliore selezione delle attrattive in base alle proprie necessità e ai suggerimenti degli altri utenti: si avrà così una lista di proposte affine ai propri interessi e selezionate anche in base ai commenti degli altri utenti a garanzia di qualità e utilità.

Il sistema, disponibile sia per iOS che per Android,integrato nell’App di Booking, ha diverse funzionalità che lo rendono interessante e di semplice utilizzo:

  • il sistema funziona “on-demand”
  • adotta un metodo di pagamento super-semplice per acquistare le attività
  • permette agli utenti di saltare le file
  • non rimanda a siti terzi

Come funziona praticamente Booking Experiences?

Dopo aver prenotato un soggiorno in una delle città dove Booking Experiences è disponibile (presto sarà attivo anche a New York) tramite un codice QR contenuto nell’app si può accedere alla lista delle attività disponibili, aderenti all’iniziativa in quella destinazione. L’app è stata sviluppata basandosi sui consigli di milioni di viaggiatori in merito alle esperienze vissute in una destinazione, all’indice di gradimento delle attività, ai commenti e alle recensioni su musei, percorsi, attrazioni ed eventi. Combinando questi dati con le preferenze precedenti di ciascun viaggiatore e con dati provenienti da terze parti (per esempio i tempi di attesa nei musei), la tecnologia di Booking Experiences imparerà a fornire a ogni viaggiatore suggerimenti sempre personalizzati, rilevanti e tempestivi.

Con Booking Experiences l’utente può così evitare di fare la fila per comprare i biglietti di ingresso per le attrazioni o può evitare di prenotare in anticipo. Poiché il codice QR è collegato ad un metodo di pagamento scelto dall’utente, basterà recarsi presso l’attrazione e scansionare dallo smartphone il codice QR per effettuare direttamente il pagamento tramite il proprio smartphone.

Booking Experiencs permette agli utenti di conoscere in anticipo la lista completa delle attività e delle attrazioni nella città scelta, o di esplorarle all’arrivo in base all’ispirazione del momento.

Come si legge nel comunicato stampa divulgato da Booking:

Booking Experience fornisce il massimo della flessibilità e della convenienza, dal momento che gli utenti pagheranno solo per le esperienze che decidono di fare, con la libertà di poter decidere anche “on-the-go” e con la tranquillità di arrivare sapendo che hanno già un ingresso riservato.

Quali opportunità e quali sfide si prospettano per gli operatori del settore con l’arrivo di Booking Experiences?

L’arrivo sul mercato dell’App di Booking desta l’allarme degli operatori del settore che si occupano del settore organizzativo e delle offerte legati alle attività e agli eventi on-site. Se da un lato la lista dei suggerimenti di Booking potrebbe causare non poche difficoltà a livello di competizione, è pure vero che il sito potrebbe necessitare di intermediari per l’effettiva gestione delle offerte, dei tour e delle attività a destinazione. Il ruolo di tour operator e agenzie potrebbe così evolvere e Booking Experiences potrebbe diventare una cassa di risonanza.

Il prodotto è stato lanciato da poco e non sappiamo come verrà accolto dagli utenti di Booking, né se il pagamento tramite App e QRcode potrebbe incontrare la diffidenza del pubblico. Booking non fa sapere nemmeno come verrà gestito il processo dal B2B e se gli accordi potrebbero farsi anche con piccole e medie realtà presenti sul territorio.

Chi è pronto ad accettare la sfida lanciata da Booking Experiences?

Ti è piaciuto questo articolo? Allora prova la nostra newsletter

[mc4wp_form id=”5816″]