Skip to main content
WEBINAR TURISMONEWS

In piedi sui pedali: il focus group dedicato al cicloturismo in Italia. Ce ne parla Tommaso Peduzzi, Country Manager di Regiondo

By March 9, 2021March 23rd, 2021No Comments
In piedi sui pedali: il focus group dedicato al cicloturismo in Italia. Ce ne parla Tommaso Peduzzi, Country Manager di Regiondo

Ieri, oggi e domani: qual è la rilevanza del cicloturismo in Italia?

Con questa domanda si aprirà il prossimo evento virtuale In piedi sui pedali – Bike Travel- Sfide e opportunità del cicloturismo in Italia”  focus group moderato da Regiondo, reservation system per fornitori di tour & attività, in collaborazione con XeniaPro, content event partner. Due appuntamenti che si terranno in data 24 e 31 marzo, interamente dedicati al prodotto cicloturistico in Italia, con la consapevolezza che questo segmento del turismo potrà essere uno dei pilastri per la ripartenza.

Certo, le sfide in questo periodo sono tante ma per gli operatori del settore è fondamentale concentrarsi sulle nuove attitudini di viaggio per potersi adattare in prima linea a questo mondo estremamente cangiante.

Esiste, infatti, un segmento resiliente del settore che “pedala” e che desidera spingersi sempre più lontano. Oggi ne parliamo con Tommaso Peduzzi, Country Manager di Regiondo.

Ciao Tommaso, grazie per essere con noi!In piedi sui pedali: il focus group dedicato al cicloturismo in Italia. Ce ne parla Tommaso Peduzzi, Country Manager di Regiondo

Come nasce l’idea del focus group? Che ruolo ha oggi il cicloturismo per Regiondo?

A più di 200 anni dalla sua invenzione, la bicicletta sta vivendo una nuova rinascita. La grande ondata di innovazione tecnologica ha creato un mercato ancora più grande e l’industria cicloturistica ne sta beneficiando anche grazie all’aumento della sensibilità del tessuto sociale verso la mobilità dolce e il progressivo aumento del numero di piste e percorsi ciclabili che stanno favorendo la maggiore partecipazione alle attività in bicicletta.

La domanda di Regiondo emersa da queste riflessioni è stata la seguente: come stanno prosperando e cambiando i viaggi in bicicletta e il turismo che vi ruota attorno? Quali trend e tecnologie saranno decisivi per il settore?

Siamo sicuri che il cicloturismo sarà una colonna portante per sostenere la ripresa del settore e l’idea di ospitare un focus group nasce perché, da questa drammatica pausa forzata, vogliamo cogliere l’occasione per sederci insieme ai nostri partner, che meglio conoscono il turismo che ruota attorno ai due pedali, per un confronto partecipativo sul passato e il futuro di questo settore.

Ragionando quindi in termini di “nuova rinascita”, dal punto di vista di Regiondo, come si è evoluto il prodotto bike negli ultimi anni? Come si posizionano le realtà cicloturistiche in questo momento storico?

Dalla Fat-bike all’e-bike il settore del cicloturismo è in costante evoluzione e diviene quindi importante e redditizio sapersi innovare per rispondere e soddisfare le richieste dei consumatori, di vecchia e di nuova generazione. La nuova domanda che si è venuta a creare negli ultimi 6 anni sta di fatto stimolando una nuova rete di percorsi ciclabili e miglioramenti, piccoli ma costanti, delle strutture a livello regionale e nazionale.

Dopo un lungo periodo di inattività la vita all’aria aperta ha scalato posizioni nelle nostre priorità e l’andare in bicicletta non solo offre un’importante sensazione di libertà, ma diviene un’abitudine sociale che guarda alla maggiore sostenibilità di tutta una comunità. Questo grande valore attribuito al privilegio di “essere” nella natura lo vediamo sia in una carenza di biciclette disponibili sul mercato che non aveva precedenti, sia nel picco di prenotazioni ricevute da molti nostri partner nella breve stagione estiva del 2020. Numeri che infondono speranza per il settore e che ci portano a valutare ottimisticamente il futuro.

In che modo questo evento può essere di rilievo per gli operatori del settore?

Veniamo tutti da un anno difficile e le certezze per la prossima stagione sono ancora fragili. In un anno drammatico tutti gli operatori sono comunque riusciti a promuovere e partecipare a tanti piccoli e grandi eventi e momenti di confronto e formazione dedicati al settore turistico. Per questa occasione abbiamo deciso di non essere noi o altri ospiti speciali a parlare, ma di utilizzare il format del Focus Group per far si che siano gli operatori del settore stessi ad alimentare una discussione focalizzata su argomenti che si vuole indagare in profondità nella loro importanza e criticità quotidiana.

Non ci sarà nessuna “lezione” ma un dibattito moderato tra un numero di operatori da noi selezionati con la volontà di rappresentare più segmenti e destinazioni turistiche italiane.

Tutti i partecipanti si possono quindi aspettare un confronto spontaneo che faccia emergere “a caldo” punti di vista diversi ma rappresentativi del settore, favorendo al contempo l’acquisizione di nuove informazioni e la condivisione di possibili soluzioni a problemi comuni.

In piedi sui pedali: il focus group dedicato al cicloturismo in Italia. Ce ne parla Tommaso Peduzzi, Country Manager di Regiondo

Fonte: Pagina evento Regiondo

Entriamo quindi nel vivo del focus group. Su quali punti si andrà a concentrare il confronto?

La tavola rotonda sul cicloturismo sarà ricca di contenuti e spunti di riflessione che ruotano attorno a due cluster principali:

  • Il comparto urban bike, city-bike ed e-bike che si lega alla mobilità sostenibile in città e delle escursioni fuori porta.
  • Il mondo dell’outdoor bike travel e delle vacanze su due ruote in un contesto più adventure (MTB, gravel bike, fat bike).

Ogni cluster presenterà diversi case studies di aziende del settore, che apporteranno il loro contributo e condivideranno le loro strategie:

Ospite speciale dell’evento sarà Marco Trabucchi, redattore del progetto editoriale Cicloturismo360.it, che abbraccia tutte le anime del cicloturismo contemporaneo.

Punti concreti che verranno toccati in sede di confronto riguarderanno la domanda del prodotto cicloturismo e di come si è evoluto negli ultimi anni. Si parlerà anche di tecnologia, di quanto ha inciso sulla domanda e di quale sarà il suo impatto nel futuro. E ancora di strategie di marketing e canali di distribuzione. Tutti elementi nevralgici insiti nel prodotto bike Italia.

In chiusura Tommaso, quali sono i trend, le sfide e le potenzialità in questa direzione? Cosa vi aspettate dal futuro?

Il prodotto cicloturistico sarà senz’altro un protagonista della prossima stagione estiva alla volta della Low Touch Economy e di una nuova normalità in tempi di pandemia.

L’Italia, infatti, con la sua varietà sfaccettata di ciclovie, permette di optare per viaggi in bicicletta a lungo raggio ma anche per escursioni in giornata a pochi chilometri da casa, tutti trend che ben si sposano con il fenomeno del turismo di prossimità. La sfida sarà cogliere a pieno questa opportunità per i nostri partner, unendo la digitalizzazione del loro business con l’operatività e la creazione di offerte di valore in loco.

Il team di XeniaPro ti invita caldamente a partecipare al Focus Group di Regiondo sul cicloturismo in Italia: due appuntamenti aperti agli operatori del settore, ideali luoghi di condivisione e di scambio sul passato e sul futuro di questo segmento turistico! Cosa aspetti registrati subito!