Premessa: aggiornamento al 09 Marzo 2020

La situazione italiana si sta facendo sempre più seria per tutti noi; nell’attesa di una ripresa, speriamo di trovare presto delle risposte e che la condivisione delle idee e delle posizioni possano essere comunque utili a tutti.

Il Coronavirus – alias COVID-19 ha purtroppo gettato un’ombra sul settore turistico e evolve rapidamente. Come combattere questa bufera mediatica e contrastare il negativo che ci circonda? Probabilmente non è più questa la domanda da porsi ma piuttosto: Come (e se) muoversi in questo momento di emergenza dal punto di vista della Comunicazione e di Marketing?

Nell’attesa di una risposta a questo quesito per il vostro caso specifico, abbiamo pensato di condividere con voi tutte le idee di Web Marketing Turistico, Social Media, Dem, Newsletter, video ecc… che stiamo individuando online che sono state pubblicate nel tentativo di aiutare i propri lettori e follower a capire come muoversi in questa situazione, oltre che di arginare il colpo alla destinazione Italia.

Di seguito troverete un elenco di spunti a cui abbiamo pensato potreste valutare se fare riferimento o meno per la vostra comunicazione. Ci raccomandiamo, tuttavia, di non sottovalutare tutto il resto, in primis, temi quali la discriminazione, il rispetto delle diversità e le comunità locali, il territorio etc…Con l’augurio che nonostante questa difficoltà i nostri grandi valori e focus non vengano a mancare 😉
Buona lettura!

Questo post è in continuo divenire, rimanete sintonizzati, stiamo preparando la sezione delle idee riguardanti le Newsletter, se avete altre idee e le volete condividere con noi non esitate a segnalarcele direttamente su Facebook o a [email protected]

A prestissimo


  • Inizio teatrale con il grande shock, la chiusura del carnevale di Venezia 🙁 Questa è la prima foto da dove tutto è iniziato, il resto sarà storia. Quasi divertente il commento su Facebook a questa foto, che non possiamo riportare per motivi di privacy del profilo: “In Italy even a pandemic virus is treated with style”


 

  • La prima reazione, il gran post che ha iniziato a girare nei giorni scorsi, è stato un vero boom – basta guardare su LinkedIn. Se all’inizio veniva condiviso con celerità, oggi viene spesso associato a una volontà, da parte del content creator, di sminuire o far finta che il problema non esista.
    NB: Stiamo ancora cercando di capire a chi attribuire i crediti, non esitate a segnalarci la fonte.


  • Un buon esempio delle ragazze di Lake Como Food Tours : complimenti per la loro professionalità in questa comunicazione, che possa essere di esempio anche agli altri.
    #coronavirus #tuttidallastessaparte
  • A questo post, Lake Como Food Tours ha fatto seguito anche la comunicazione sullo stato delle cose e soprattutto sugli elementi di cui tenere conto nella relazione di fornitura dei tours da loro offerti.

 


  • Ecco invece l’imbattibile creatività toscana di Girl in Florence: Coronavirus non ti temo! — presso Macelleria Chini.

 


    • Qui invece un’ottima lettura dei ragazzi di Marketing del territorio riguardo alla posizione di tutti in merito a questa problematica: “L’ottimismo del nostro giornale è messo a dura prova, ma in questo momento difficile c’è una cosa che possiamo e dobbiamo fare: restare uniti.”

  • I ragazzi di WeRoad, inestimabili leader nella comunicazione social di oggi (ricordiamo che è la pagina Facebook con maggior crescita in Italia nell’industria turistica), nonostante un target italiano giovane mantengono una comunicazione decisamente istituzionale e pragmatica riportando l’essenza del fenomeno:Non facciamoci contagiare dalla paura. La parola ai numeri.”
  • A questa comunicazione ha fatto seguito una campagna di affissione, recepita dal pubblico come positiva in termini di idea ma anche negativo in termini di negazione della situazione di emergenza attuale.

 


  • Questo post, invece, è decisamente più istituzionale e nasce, infatti, dallo stesso comune di Milano, veicolato dal sindaco Beppe Sala stesso, meno rivolto al travel ma più ai cittadini; abbiamo notato che è stato comunque ripreso da alcuni operatori come materiale promozionale anche per il pubblico del turismo incoming: #milanononsiferma, a cui fanno seguito anche molte altre città, che riportiamo di seguito.

  • #FirenzeNonSiFerma:

 

  • L’ente di promozione del Friuli Venezia Giulia basa la sua comunicazione sul gioco di parole “Aperto per Vacanza”; abbiamo deciso di riportarlo perché è davvero un peccato che stia passando in sordina in questo periodo.

 


  • Ecco un esempio di creatività da evitare: da twitter per il momento numerosi i post sì creativi ma autolesioinsti a nostro avviso (a volte anche divertenti ma) che amplificano solo il lato negativo senza un chiaro valore aggiunto:
  • Anche in Friuli Venezia Giulia, un messaggio semplice:

  • Un’altra idea forse a tratti un poco macabra ma che veicola in maniera efficace il messaggio che i media abbiano fomentato allarmismo.
  • Qui uno sfogo di Paolo (founder di ScuolaZoo e OneDay group) che abbiamo avuto modo di conoscere personalmente; non è rivolto ai turisti ma a tutti e ci piace molto l’ottimismo che trapela dalle sue parole:
  • Italia Che Cambia propone un’esperienza di viaggio alternativo: “rifugiarsi” dal contagio nelle Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi:

  • Lo Spot “Italia, bellezza da condividere”di Visit Italy, la guida online dell’Italia, è uscito sia in lingua inglese che in italiano ed è stato creato esclusivamente con contenuti generati dagli utenti su Instagram. Il video pone chiaramente accento sulle bellezze dell’Italia e può essere di spunto per chi desidera condividere un’immagine positiva dell’Italia, nel momento in cui potremo parlare di ripresa.

 


  • Iniziamo la nostra sezione dedicata alle newsletter con un esempio direttamente da Arival, che nel suo comunicato fa luce sul fatto che il settore del turismo ha già vissuto altri periodi di crisi e ne è uscito, menzionando poi un aneddoto direttamente dalla crisi del 2008: “This crisis will recede, as all crises do. The travel industry has been here before. It has always rebounded, and emerged better than before” – by Douglas Quinby | Mar 4, 2020

Per leggere il comunicato per intero, clicca qui.

Arival_esempio newsletter coronavirus covid19

 

  • Interessante l’esempio di FindYourItaly, tour operator specializzato in turismo sostenibile in Italia, che pone l’accento non soltanto sui risvolti pratici e l’essere sempre al fianco dei suoi partner ma anche e soprattutto sul fatto che il team è composto da persone reali, che stanno vivendo la situazione in primis preoccupandosi delle proprie famiglie.

Newsletter del 3 Marzo 2020 – Clicca qui per leggere il messaggio per intero “COVID-19 vs Italy – FindYourItaly is by your side”

findyouritaly_esempio_email_coronavirus_covid19.png

 

  • A seguito del Decreto Legge del 6 Marzo 2020 che ha previsto la limitazione dei movimenti sulle 14 Province della zona rossa, Lombardia in primis, i contenuti non stentano a mancare, come nel caso di Slowdays.it:

 


Stiamo aggiornando man mano questo articolo: non esitate a segnalarci altri esempi interessanti di gestione della comunicazione da parte degli operatori turistici a [email protected] o sul nostro profilo Facebook.

 

Hai domande? Scrivici su whatsapp