Gli anni passano, le generazioni cambiano, e così anche i viaggiatori! Nel mercato del travel si fa largo la Generazione Z. Conosciuti anche come i Post-Millennials, i giovani appartenenti a questa categoria fanno capolino nel mondo del Travel, abbandonando le abitudini dei Millennials.

Scopriamo insieme di cosa si tratta!

Non solo turismo: chi sono i giovani della Generazione Z?

La Generazione Z, comprende quella porzione di giovani nati dopo il 1995.

Questa include il 32% della popolazione globale pari a 7,7 miliardi, spingendo fuori i Millennials (31,5%) per ottenere il primo posto. Secondo un’analisi Bloomberg dei dati delle Nazioni Unite, saranno circa 2 miliardi in tutto il mondo, che nel 2025 costituiranno oltre il 30% della forza lavoro. Supereranno di gran lunga i Millennials.

I Post- Millennials non ha mai conosciuto un mondo senza digitalizzazione, caratteristica che li differenzia dai Millennials, soprattutto per ciò che riguarda la scelta delle proprie vacanze.

Vediamo insieme che cosa li caratterizza:

  • È una generazione attenta alla spesa, ma allo stesso tempo non si preoccupa di investire i propri soldi nei viaggi di esperienza.
  • L’interesse verso l’ambiente e la tutela dello stesso li caratterizza. Hanno raggiunto un livello di coscienza sociale comune che li fa sentire personalmente responsabili di quello che avviene nel mondo intero ma soprattutto per ciò che concerne il miglioramento globale, anche attraverso solo un piccolo gesto.
  • Danno un valore preponderante alla loro unicità ed evitano le etichette. Declinano,ogni tipo di stereotipo e, sperimentando diversi modi di essere, creano una propria identità nel corso del tempo.
    Generazione Z interessi

    Interessi della Generazione Z – by Pennamontata

L’importanza della Generazione Z nel mercato del turismo

Lo “Youth Travel” è uno dei settori turistici con la più rapida crescita, e a caratterizzarlo sono appunto i Post-Millennials.

Desiderano delle esperienze autentiche e uniche, per sentirsi i primi tra i propri coetanei a vivere un certo tipo di viaggio esperienziale e diverso dal solito. Questo porta quindi le ADV e le OTA a offrire sempre qualcosa di nuovo e ad ampliare il proprio elenco di offerte.

La possibilità dei giovani della Generazione Z, di poter pagare più di quanto facessero i Millennials, è sicuramente un dato importante. Questo perché i giovani sono più propensi a spendere per una buona sistemazione, con servizi inclusi e se possibile anche i pasti.

È chiaro quindi che la realtà “low cost” non appartenga alla Generazione Z!

Un fattore importante questo, che le OTA e le ADV possono sfruttare a loro vantaggio.

Ma vediamo in che modo attirare i giovani all’acquisto online!

Come raggiungere la Generazione Z quando si parla di Travel?

Secondo una ricerca di mercato svolta da Katrina Barry, amministratore delegato di Contiki Australia (compagnia di viaggi mirata al target giovanile), il metodo più adatto per attirare la Generazione Z, è attraverso i social media.

Sono sopratutto Snapchat, Youtube e Instagram le piattaforme utilizzate dai giovani d’oggi, che si fanno influenzare da ciò che trovano in rete e dagli Influencer per la scelta delle loro prossime mete di viaggio.

Risultano quindi fondamentali i post accattivanti, ma soprattutto i video, che non dovrebbero superare i 15 secondi di durata, come le Instagram Stories appunto.

Sarà poi fondamentale creare un “senso di personalizzazione”, fornendo prodotti interattivi che li includano nella creazione della vacanza.

Con la Generazione Z cambiano quindi le dinamiche del mercato turistico. È necessario stare al passo con i tempi per poter investire al meglio, su questo segmento di mercato in continua evoluzione.

Stai cercando di conquistare la Generazione Z?

Chiedi una mano a XeniaPro, per creare insieme la giusta strategia da adoperare per raggiungere la Generazione Z e perfezionare la tua offerta!