Avete mai sentito parlare di Generazione Z? Composta da tutti quei ragazzi che, ad oggi, non superano i 22 anni di età, è considerata la generazione del futuro per eccellenza. E il settore turistico non può fare a meno di considerare gusti e tendenze di una generazione che costituisce un quarto di tutta la popolazione mondiale.

Second EyeForTravel e l’Huffington Post, sottovalutare le potenzialità della Generazione Z sarebbe davvero rischioso: sebbene i Millennial (22-31 anni) abbiano un valore stimato di 200 miliardi per il settore travel, la Gen Z secondo il Digital Tourism Think Tank entro il 2020 costituirà addirittura il 40% di tutti i consumatori.

 5 TREND PER OTTIMIZZARE GLI INVESTIMENTI IN DIGITAL MARKETING PER IL TURISMO NEL 2016

Ma quali sono le differenze più grandi tra Generazione Z e Millennials? I secondi sono quelli che hanno vissuto una situazione economica tutto sommato stabile fino agli inizi del Duemila; i primi sono invece da sempre alle prese con instabilità finanziaria che li porta a programmare viaggi e vacanze in modo un tantino diverso. Ancora, sono ragazzi che usano la tecnologia per qualsiasi cosa, differentemente ai Millennials che ricorrevano allo smartphone molto meno di frequente. EyeForTravel ha identificato 6 caratteristiche comuni della Gen Z che vi andiamo ad elencare:

 TRAVEL TRENDS 2017: 10 TENDENZE EMERGENTI PER I VIAGGI E IL TURISMO

Multi-tasking e multi-screen: passare da un device ad un altro è all’ordine del giorno.

No Facebook. La Gen Z considera Facebook già vecchio e gli preferisce Snapchat e Whisper.

Più interesse per foto e video: tra i social preferiti ci sono anche YouTube e Instagram.

Più cautela con i soldi… ma non troppa: il lavoro fisso ormai è più unico che raro ma nonostante tutto la Generation Z programma piccole vacanze.

Relazioni faccia a faccia: un sondaggio ha rivelato che il 53% preferisce le comunicazioni di persona rispetto alla messaggistica istantanea e persino alle mail.

Turismo slow: secondo una ricerca di Allied, la Gen Z preferirà gli spostamenti in treno rispetto a quelli in aereo.

Impegno: un sondaggio di Upfront Analytics svela che il 60% degli intervistati vorrebbe cambiare il mondo investendo in progetti importanti.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora prova la nostra newsletter

Iscriviti e sarai tra i primi a scoprire gli ultimi trend e strategie per promuovere la tua attività turistica. I migliori articoli direttamente nella tua mailbox.

Photo | Flickr

Hai domande? Scrivici su whatsapp