È tempo di prove per Google Hotel Ads: il motore di ricerca più noto di tutti i tempi sta infatti sperimentando un nuovo formato di visualizzazione della scheda hotel in modo da fornire ai clienti nuove informazioni rispetto alle classiche fino ad oggi garantite, ovvero nome, indirizzo e punteggio della struttura. Ecco cosa dobbiamo sapere.

Google Hotel Ads: in cosa consiste

Grazie alle prove effettuate fino ad ora, Google Hotel Ads è dunque in grado di mettere in risalto anche altri risultati che potrebbero fornire importanti dettagli al cliente che si trova in procinto di prenotare una qualsiasi struttura in una qualsiasi parte del mondo. Sotto le informazioni base, dunque, la maschera di verifica della disponibilità produce risultati che possono per esempio mettere in risalto la tariffa a notte prima ancora del logo e del nome del canale di prenotazione.

Continua a leggere: GOOGLE DESTINATIONS: COME E QUANTO CAMBIERÀ LA PIANIFICAZIONE DEI VIAGGI DA MOBILE?

Google Hotel Ads: a che punto siamo

Per il momento si tratta di una fase sperimentale avviata intanto negli Stati Uniti ma che presto potrebbe espandere i suoi confini arrivando fino all’Europa. Uno studio condotto da Koddi a seguito del test di prova americano, ha subito messo in risalto l’apprezzamento degli utenti circa le nuove funzioni garantite da Google Hotel Ads: secondo il 61% degli utenti intervistati, la tariffa a notte è stata l’elemento determinante per la scelta del canale di prenotazione tra quelli prodotti dalla ricerca.

Scopri di più nel nostro ultimo webinar: Google Ads per esperienze turistiche [Webinar]

Info aggiuntive accolte nel migliore dei modi quindi dai clienti che, davanti a dettagli più specifici, incrementerebbero le loro prenotazioni a tutto vantaggio degli hotel.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora prova la nostra newsletter!

[mc4wp_form id=”5

Photo | Flick