Il turismo italiano potrà reagire positivamente, anche nel 2020, ai danni causati dal coronavirus, se verranno messe tempestivamente in atto una serie di iniziative mirate e sinergiche per arginare la crisi.

Tra queste, merita un’attenzione particolare: Ripartiamo dall’Italia, il Manifesto per il Turismo Italiano che ha l’obiettivo di valorizzare e sostenere le imprese del turismo e di tutelare i viaggi in Italia e dall’Italia. Scopriamola nel dettaglio.

turismo italiano 2020I punti chiave dell’iniziativa che salvaguardia il turismo italiano

Il turismo italiano va salvaguardato, tutelato, favorito, soprattutto dopo la crisi che l’ha impattato nel 2020. Con questo obiettivo nasce Ripartiamo dall’Italia, il Manifesto per il Turismo Italiano, iniziativa promossa da ASTOI Confindustria Viaggi, l’Associazione dei Tour Operator e FTO, Federazione del Turismo Organizzato, in collaborazione con importanti operatori del settore del turismo, tra cui Gruppo Gattinoni, Alpitour World, Giver Viaggi e Crociere, Robintur Travel Group, Bluserena, Veratour, Viaggi del Mappamondo, Uvet.

Con l’hashtag #ripartiamodallitalia gli enti promotori si fanno portavoce di quanti vivono di turismo e si ritrovano in difficoltà a causa del lockdown causato dall’emergenza sanitaria.

Secondo quanto stabilito, Ripartiamo dall’Italia convoca istituzioni e viaggiatori affinché, insieme, si possano attivare delle misure straordinarie in grado di sostenere e far ripartire il turismo nel modo strategicamente più efficace non appena il problema coronavirus sarà risolto.

turismo in italia 2020

Le 3 proposte principali del Manifesto per il Turismo Italiano

Presupposto dell’iniziativa Ripartiamo dall’Italia è quello di richiedere misure straordinarie e aiuti da parte del Governo e dell’Europa volti ad arginare le conseguenze negative che l’impatto del coronavirus ha sul turismo italiano in questo 2020.

Tre sono le proposte principali:

1. La costituzione di un fondo straordinario

Sopperire al mancato reddito delle imprese del settore del turismo attraverso la costituzione di un fondo straordinario da attivare mediante finanziamenti a tasso 0 e prestiti a fondo perduto proporzionalmente al fatturato di ogni singola azienda che opera nel comparto turistico.

2. Prolungamento della cassa in deroga

Per supportare concretamente il settore del turismo è stata avanzata l’idea di richiedere il prolungamento della cassa in deroga valido per le aziende turistiche che hanno assunto lavoratori con contratto subordinato.

3. Erogazione di Buoni Vacanza

Inoltre, la proposta di erogare Buoni Vacanza spendibili nella prossima stagione estiva 2020 .

Come aderire alle iniziative del Manifesto per il Turismo italiano

I promotori del Manifesto per il Turismo Italiano affermano: «Le imprese del settore vogliono assumersi il compito e la responsabilità di tutelare i viaggi in Italia e dall’Italia, valorizzare la filiera del turismo, della ristorazione e del tempo libero per contribuire al rilancio del Paese, fare in modo che le persone si spostino nella massima sicurezza e per aiutare le aziende di tutti i settori a operare e farsi conoscere nel mondo.»

Per questo motivo hanno aperto l’adesione a tutte le realtà che operano nel settore turistico, ai cittadini e ai viaggiatori. Per aderire basta firmare la petizione online disponibile sulla piattaforma change.org e rimanere aggiornati sulle iniziative consultando il sito web www.ripartiamodallitalia.it.

I numeri del turismo Italiano analizzati dal Manifesto per il Turismo Italiano

I numeri sul turismo italiano parlano chiaro: il settore rappresenta il 13% del Pil nazionale – che equivale a 232,2 miliardi di euro circa –. 

Questi numeri hanno un impatto molto importante sul totale dell’economia italiana, il che rende evidente il ruolo fondamentale del turismo quale motore dell’economiaun motore importantissimo, poiché a esso sono collegate le strutture ricettive, le agenzie di eventi, i servizi di ristorazione, i locali e i luoghi di divertimento, le strutture culturali – musei, pinacoteche, biblioteche, gallerie, giardini botanici –, tutti i trasporti e i servizi erogati dalle guide turistiche e museali.

L’emergenza coronavirus ha colpito duramente il turismo in questo inizio del 2020, la crisi rischia di propagarsi in tutti gli altri comparti ad esso legati se non si prendono misure di sicurezza atte a contenere e fronteggiare i danni che, basandosi sul peggiore scenario, potrebbero arrivare a colpire circa il 70% dell’intero fatturato nazionale.

Perché è importante aderire alle iniziative in supporto del turismo italiano

Si stima una ripresa molto lenta del turismo italiano, attualmente bloccato almeno fino a maggio 2020. Tra i fattori che aumentano la criticità della situazione, vi è l’impossibilità di 

stabilire il momento esatto in cui l’emergenza terminerà.

Lavorare oggi, pianificare una strategia e aderire alle iniziative di sostegno diviene fondamentale per poter ripartire domani nel migliore dei modi.

Per rimanere sempre aggiornato sulle iniziative dedicate al turismo italiano, con particolare riguardo al web marketing turistico, dai un’occhiata alla nostra Experience Academy dove potrai trovare le migliori guide, webinar e corsi per il marketing di Tour, Attività e Esperienze a destinazione.
guida marketing turistico pdf

Valentina Alfarano

Valentina Alfarano

Laureata in comunicazione e marketing e specializzata in storytelling and performing arts, lavora nel settore digital come copywriter, si occupa di redazione editoriale ed è docente di corsi di comunicazione, marketing e scrittura creativa.

Hai domande? Scrivici su whatsapp