Amazon ha appena lanciato Amazon Explore, un nuovo marketplace online che consente di prenotare esperienze virtuali, dal vivo e guidate da esperti locali. Le esperienze coprono diverse aree, dalle cooking class ai tour virtuali, allo shopping in boutique locali di tutto il mondo.

Con la riduzione delle possibilità di partecipare a tour ed esperienze in loco, non sorprende che anche Amazon, con le risorse a disposizione, si sia lanciato nella direzione delle esperienze online ma non è il primo. Già nel maggio 2020 Airbnb aveva lanciato le online experiences per rispondere alle necessità del mercato e trovare un servizio che potesse sostituire le famose “esperienze” con una versione altrettanto interessante usufruibile da casa propria.

amazon explore online experiences che cos è e implicazioni per il travel_presentazioneAmazon explore tra guide locali, esperienze online e acquisti: 10 cose da sapere

  1. Secondo quanto riportato da TechCrunch la piattaforma sembra disponibile negli USA in versione beta; le guide sono esperti locali selezionati, formati e supportati da Amazon stesso.  
  2. Le esperienze online non offrono semplicemente un tour virtuale, ma una vera e propria esperienza in diretta, one-on-one e di conseguenza totalmente personalizzabile, con una durata variabile dai 30 ai 60 minuti.  
  3. Durante l’esperienza, la comunicazione avviene in real-time ma mentre il microfono è attivo per entrambi, la webcam è attiva solo dal lato dell’host, che non può vedere il cliente.
  4. Non sembrano esserci features al momento legate ad esperienze in virtual reality ma non è escluso che Amazon Explore possa aggiungerle in un prossimo futuro.  
  5. I prezzi delle esperienze sono estremamente variabili: si va dai 10$ ai 150$ a seconda delle attività incluse; Amazon non sembra imporre dei prezzi minimi o massimi alle attività.
    amazon-explore-online-experiences-che-cos-è-e-implicazioni-per-il-travel_esempio-tour-virtuali.png
  6. In termini di inventario, l’offerta attuale di esperienze online sembra espandersi in tutto il mondo, dalla cooking class con i migliori chef, alle lezioni di lingua; anche gli host sono di diversa natura: dai tour operator ai negozi boutique.
    amazon explore online experiences che cos è e implicazioni per il travel_inventario
  7. Cosa succede lato utente dopo la prenotazione? Per accedere all’esperienza prenotata, oltre ai requisiti tecnici di base come una connessione stabile e cuffie/microfono attivi, è sufficiente effettuare il login nel proprio account di Amazon e l’esperienza sarà disponibile nella sezione “i miei ordini”.  
  8. I partecipanti possono anche prepararsi in anticipo e ordinare il materiale che servirà durante l’esperienza, come ad esempio gli ingredienti per seguire in diretta la lezione di cucina in real-time.
    amazon explore online experiences che cos è e implicazioni per il travel _esempio
  9. Una cosa estremamente interessante che consente di unire l’esperienza virtuale con l’esperienza di acquisto online è proprio la possibilità di fare acquisti in real-time durante l’esperienza in determinate esperienze. 
  10. Logistica. I clienti possono prenotare una sessione con il proprietario di un negozio locale, vedere gli articoli, fare domande e effettuare acquisti, con Amazon che fa da intermediario in ogni fase, dalla prenotazione agli acquisti alla logistica.

amazon explore online experiences che cos è e implicazioni per il travel_acquisto online realtimeLe implicazioni per i fornitori di attività, tour e esperienze

Forse non ci saremmo aspettati questa mossa dal gigante dell’e-commerce ma non dimentichiamoci che Amazon ha tentato più volte di entrare nel settore turistico in passato, con il lancio di una sezione dedicata alla prenotazione dei voli, disponibile in India e realizzato in collaborazione con CTrip. 

Non è difficile immaginare quale direzione stia prendendo Amazon in questo momento, forte della solida posizione di leader del mercato e-commerce in diversi paesi. Con Amazon Explore, la piattaforma offre potenzialmente a tutti, anche ai piccoli produttori, proprietari di negozi boutique, guide locali ma anche chef, artisti e artigiani per esempio, di creare una fonte addizionale di guadagni.

Diverse piattaforme stanno investendo nelle online experiences e in un mercato turistico che ha delle difficoltà intrinseche a recuperare terreno sicuramente nel breve termine (nel momento in cui scriviamo siamo all’inizio della cosiddetta “seconda ondata” del Coronavirus), il mondo online sembra un’occasione da non perdere, soprattutto per chi ha già sviluppato una propria audience sui diversi canali. È il caso delle maggiori attrazioni, musei e altri luoghi di interesse storico o artistico, che possono sfruttare il trend per recuperare terreno presso i mercati a cui non è possibile ancora accedere. 

Interesse nel termine “Virtual Tour”, per paese, negli ultimi 12 mesi. Fonte: Google Trends

 

Trovandosi la piattaforma in fase di test, ci sono ancora dei nodi da sciogliere e tra questi, la commissione sul venduto: non è ancora chiara la percentuale trattenuta da Amazon sulle vendite dei tour e delle esperienze proposte anche se possiamo ipotizzare che non si allontani dal 20% di commissioni imposte da Airbnb. 

Che ne pensi di Amazon Explore, Airbnb online experience? Facci sapere nei commenti! 


Credits immagini: Amazon Explore

M.Giulia Biagiotti

M.Giulia Biagiotti

Grazie ad un'esperienza di lavoro internazionale che l'ha portata dall'Italia a Parigi, Dublino, Valencia ed in Svizzera, Giulia si è specializzata in Digital Marketing e strategie Inbound, dall'ottimizzazione SEO alla creazione e promozione dei contenuti, per assistere le imprese nella gestione efficace della loro presenza online. Ti va di farle un saluto? Scrivile pure su LinkedIn o mandale un tweet!