Skip to main content
DIGITAL MARKETINGWEB DESIGN

Come strutturare un sito web per promuovere i tuoi servizi turistici: l’esempio di Canada Experience

By December 17, 2021December 21st, 2021No Comments
come strutturare un sito web

Com’è possibile strutturare un sito web che renda visibile i tuoi servizi turistici? Sicuramente non sarà un’impresa facile, ma insieme a dei professionisti che sapranno guidarti, potrai raggiungere i risultati desiderati. Il nostro consiglio? Se non disponi di persone nel tuo team che si occupano esplicitamente di web development e web design, è decisamente meglio rivolgerti a degli specialisti. Armati di una buona dose di creatività e passione che dovrai trasmettere loro per poi farla emergere dal tuo sito. In questi modo, i tuoi utenti si sentiranno coinvolti e indirizzati personalmente!

Canada Experience è il sito dal volto umano che vogliamo presentarti oggi: nasce dalla passione dei suoi proprietari e dalla capacità di XeniaPro di tramutarla nell’online. Analizziamo insieme gli aspetti alla base che rendono questo sito una buona vetrina per farsi trovare nell’intricata rete del web.

Parti sempre dalla struttura: l’architettura dell’informazione

Il fulcro intorno al quale ruota un buon sito web è la sua architettura: ovvero metaforicamente l’albero, le sue radici, le diramazioni e le sue foglie, tutto quello che viene deciso a monte, prima di mettere mano ai sistemi informatici.

Ma cos’è l’architettura dell’informazione? Con le parole di Luca Rosati: “L’architettura dell’informazione è l’organizzazione d’informazioni, percorsi, oggetti all’interno di qualunque ambiente, fisico o digitale. Garantisce orientamento, trovabilità, senso, e è alla base di ogni progetto di user experience design”.

La promozione delle tue esperienze turistiche, quindi, nasce da un’ottima struttura del sito, che prima di tutto è concettuale. Progettarne l’architettura significa prendere alcune decisioni strategiche:

  • Quante e quali pagine avrà il sito?
  • Quale sarà lo scopo di ogni pagina?
  • Quale azione dovrà compiere l’utente in ogni pagina?
  • In che modo lo inviterai a compere quell’azione (call-to-action)?
  • Quali informazioni conterrà ogni pagina?
  • Qual è il rapporto gerarchico tra le pagine?
  • Come le pagine saranno collegate tra loro (link interni, menu, ecc.)?
  • Cosa conterranno i menu di navigazione?
  • Come funzionerà la ricerca interna del sito?
  • Quante e quali saranno le tassonomie (le categorie, i tag, o altri strumenti per classificare i contenuti)?

Questo brainstorming iniziale ti aiuterà imbastire struttura del sito, che servirà poi ai copywriter e ai web developer per conferire vita reale al tuo schema mentale.

Dalla struttura alla definizione delle pagine principali del tuo sito

Dopo aver definito l’albero del tuo sito dovrai suddividere le pagine fondamentali. Consideriamo pagine base tutte le pagine tradizionalmente immancabili di un sito: la home, la pagina chi siamo, la pagina contatti, le pagine prodotto. Il tutto incorniciato dall’header e footer.

Home page: la tua vetrina a colpo d’occhio

La tua “Home page” è la tua vetrina più importante, perché deve far in modo che la tua intezione sia chiara al primo colpo d’occhio. Come nel video di Canada Experience in esempio, potrai decidere di arricchirla con tutto quello che serve per vendere: dalle anteprime dei tuoi prodotti e servizi alle offerte o agli slider.

Chi siamo: i valori della tua azienda

La pagina “Chi siamo” o “About us” è il luogo dove puoi dare libero sfogo delle tua creatività: è la pagina che avvicina di più gli utenti al lato umano dell’azienda, dei suoi valori e del suo modo di fare impresa. Spesso è una pagina molto sottovalutata, a favore di altre, più rivolte ai servizi. Ma senza persone anche l’online perde di autenticità, quindi ti consigliamo di curare questa pagina.

Canada Experience

Pagina contatti: renditi reperibile

La pagina contatti è normalmente una pagina di atterraggio da numerose call-to-action all’interno del sito ed è quindi fondamentale corredarla di tutto quello che è utile, per dare la possibilità all’utente di mettersi in contatto con te.

Alcuni consigli:

  • Inserisci i tuoi contatti (telefono e mail);
  • Inserisci gli orari di apertura, se rilevanti, oppure delle indicazioni su quando generalmente rispondiamo;
  • Inserisci se è rilevante un modulo di richiesta meeting, per instaurare una sorta di fiducia di base con il cliente;

Pagine prodotto: la lista dei tour, ordinabile e filtrabile per categoria

Le pagine dei servizi turistici sono le pagine verticali sui tuoi prodotti: per guidare l’utente alla ricerca è utile creare una pagina con i tour filtrabili per le categorie che più sono rilevanti per te. In questo caso: durata, formula di viaggio, città di partenza, periodo di viaggio. Ogni tour contiene una specifica scheda prodotto per dare alle tue esperienze tutta la visibilità che meritano, con l’aiuto di tour highlights, foto gallery, mappa integrata, form di contatto e molto altro ancora.

Menù iniziale, Header & Footer: elementi di cornice al sito

Crea un menù dinamico e completo delle voci più importanti per dare risalto alla tua professionalità e guidare la ricerca. Aggiungi un footer completo dei tuoi contatti, dei social e della possibilità d’iscriversi alla newsletter.

Dalla struttura al contenuto: un approccio SEO-oriented

Il legame tra l’architettura delle informazioni e la SEO è molto stretto. Ogni pagina, infatti, si posiziona su Google in autonomia. Cioè, su Google si posiziona una specifica pagina, non l’intero sito. Se cerchiamo “viaggi di Nozze in Canada” su Google, lui ci restituirà in primo luogo le pagine interamente dedicate ai tour in Canada per i viaggi di nozze, da cui l’utente poi potrà raggiungere il nostro sito alla pagina dedicata a quella categoria e da lì, se vorrà risalire fino alla homepage.

Quindi? Dobbiamo creare un sito con tante pagine, tante quante sono necessarie per: presentare ogni prodotto, ogni servizio, ogni loro declinazione, coprire le fasi del customer journey che i diversi clienti ideali compiono sui motori di ricerca per ciascun prodotto e servizio.

Proprio per questo in fase di elaborazione di contenuto è utile dividere le parole chiave in gruppi semantici e ogni pagina conterrà un determinato gruppo semantico, che gira intorno a quella specifica categoria di prodotto. Un sito, se ben progettato in ottica SEO, presenta queste caratteristiche:

  • Viene consultato senza un ordine preciso: ogni pagina quindi deve avere vita “autonoma”;
  • Quasi sempre non viene letto a partire dalla home: gli utenti tramite la ricerca di una parola chiave si ritroveranno su una pagina verticale specifica di loro interesse;
  • Viene consultato anche da chi non a mai sentito parlare di noi;
  • Serve innanzitutto per farci trovare, poi per informare e vendere;

Come avrai intuito, creare un sito è un’attività entusiasmante ma allo stesso tempo dispendiosa in termini di tempi e risorse. Unisce una serie di competenze che spaziano dall’ottimizzazione per i motori di ricerca, alla capacità di creare contenuti accattivanti, al web development e al web design. Proprio per questo è imprescindibile rivolgersi a un’agenzia specializzata, per evitare di rendere il processo ancora più lungo e oneroso. Il sito web è il tuo biglietto da visita e la base per presentarti agli utenti e necessita di cura e aggiornamento nel tempo, per poi evolversi sempre più e aggiungere man mano tasselli importanti, come quello di un’e-commerce.

Cosa stai aspettando?
Rivolgiti ad esperti per struttura un sito web in linea con le tue aspettative!

Sito Web E-Commerce per Tour Operator e Experiences