Come aumentare le prenotazioni in bassa stagione per il tuo hotel? Ottima domanda! Raggiungere buoni numeri in alta stagione è tutto sommato facile, più complicato è lavorare discretamente in bassa stagione, quando il volume di affari cala inevitabilmente di un bel po’. E allora cosa possono fare gli hotel per aumentare l’occupazione nei mesi a rischio?

L’utilizzo del web è di fondamentale importanza per incrementare la portata globale e locale, implementando su tutti i canali di prenotazione delle strategie basate su dati reali. Ecco alcuni consigli da seguire:

  • Eliminare l’inserimento manuale dei dati, grazie ad un’automazione completa in tempo reale
  • Promuovere online tutte le stanze disponibili per aumentare i guadagni

Instagram e Hotel: 5 esempi di successo

Per aumentare le prenotazioni in bassa stagione, è necessario fornire ai potenziali clienti un’esperienza di navigazione semplice e immediata. Più sarà immediato e semplice l’accesso alle informazioni e più possibilità avranno gli hotel di catturare un nuovo cliente. Ancora, per attrarre un maggior numero di ospiti, è doveroso analizzare le performance e i trends delle prenotazioni dirette. Come? Con un’analisi dettagliata sulla provenienza del traffico sul sito web, sui tassi di conversione delle prenotazioni e sul ROI generato e con il monitoraggio tramite Google Analytics, Google Adwords ed eCommerce per misurare il ROI delle campagne e pianificare il metodo più efficace per orientare gli investimenti e conquistare i mercati giusti.

L’evoluzione del web marketing turistico

Avrete capito, insomma, che il web è il vero protagonista quando si parla di incrementare il lavoro in bassa stagione. Ed è su di esso che occorre investire. Un altro consiglio? Permettere ai viaggiatori di trovare l’hotel da qualsiasi dispositivo per rendere l’eventuale prenotazione non troppo elaborata, altrimenti il rischio è che il potenziale clienti giri lo sguardo altrove. Funzionalità e semplicità dei siti web, insomma, come prima cosa da ricercare. E poi, muoversi secondo sentieri ben precisi che puntino a identificare e inquadrare al meglio le esigenze dei viaggiatori.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora prova la nostra newsletter

Iscriviti e sarai tra i primi a scoprire gli ultimi trend e strategie per promuovere la tua attività turistica. I migliori articoli direttamente nella tua mailbox.

Photo | Pixabay