Il 2019 è stato un anno importantissimo nel mondo del turismo esperienziale e dei viaggi in generale e il 2020 non sarà di certo da meno. Dalla recente uscita del Regno Unito dall’UE alla crisi del turismo da e per la Cina, i tour operator interessati a promuovere le proprie experience non possono ignorare le statistiche e i trends che daranno forna ad un 2020 tutto da scoprire.

Trend nel Comportamento degli utenti

Trend globali nel settore del turismo 

Secondo quanto riportato da Skift, Megatrends 2020, TravelPort-Phocuswire e altri editor di settore, tra i trend principali che impatteranno il mondo del turismo e dei viaggi possiamo includere: 

  • Turismo sostenibile. L'”effetto greta” si sta facendo sentire, soprattutto nel comparto dei voli; tuttavia mancano ancora ai viaggiatori informazioni su come rendere effettivamente sostenibile il proprio viaggio in tutte le sue sfaccettature.
  • Proteggere la destinazione, prima ancora di promuoverla. Se prima l’obiettivo degli enti di promozione del turismo era attrarre più visitatori presso la propria destinazione, oggi più che mai si sente anche la necessità di lavorare a pratiche basate sulla sostenibilità, con al centro gli interessi della comunità locale.
  • Tecnologia in primo piano. Dai dispositivi mobili alle app alla realtà aumentata, anche il mercato turistico si sta muovendo verso nuove forme di offerta per rispondere alle esigenze della domanda di nuove esperienze.
  • Generazione Z, il prossimo mercato target. La generazione dei cosiddetti “post-millennials” vive dinamiche completamente nuove e al 100% digitalizzate e l’offerta di esperienze dovrà essere sempre più in linea alle loro richieste.
  • Pagamenti e prenotazioni online. Le prenotazioni online continuano ad aumentare, spinte dall’utilizzo sia di dispositivi desktop che mobile, dai sistemi di ticketing e app. In ottima posizione il mercato italiano, con valori positivi e in crescita.
  • I canali migliori si confermano i motori di ricerca per la fase di esplorazione e prenotazione mentre i Social Media per branding e fase di scoperta.
  • Google si conferma come il gigante del travel. Anche le OTA temono il colosso americano, che con le ultime novità quali Reserve with Google e Google Travel punta sempre più a espandersi nel segmento delle esperienze turistiche. 
  • Market Shakes. L’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea e la recente crisi in Cina sposta notevolemente il focus e modifica le possibilità dei viaggiatori, in particolare quelli da e per la Cina.

Di seguito troverai tutte le statistiche e i dati di approfondimento relativi a questi trends.

Statistiche sul Turismo Esperienziale

La ricerca di esperienze

  • Il 67% dei viaggiatori alto-spendenti preferisce spendere in attività e esperienze piuttosto che in Hotel più costosi (Skift, 2019)
  • Chi ricerca esperienze e attività a destinazione, sono perlopiù Millennials, tra i 25 e i 44 anni (TourScanner, 2019) 
  • Entro il 2020 il segmento delle esperienze (tour e attività) raggiungerà i $183 miliardi (Phocuswright,2019)
  • La ricerca di esperienze autentiche non si appresta a calare, con quasi tre quarti dei viaggiatori globali (72%) che ricercano esperienze in grado di riflettere la cultura nativa della destinazione (Booking.com, 2019)

La finestra di prenotazione

  • Nelle 12 settimane prima del viaggio, il numero di ricerche di esperienze è 3 volte superiore alle ricerche per Hotel e 8 volte superiore alle ricerche di voli (Think with Google, 2019)

tour attività trend travel 2020 statistiche turismo

  • Il 50% delle prenotazioni delle attività a destinazione avviene entro gli 8 giorni dalla data dell’attività stessa (TourScanner, 2019)

 

Turismo Sostenibile e responsabile

  • Un turismo sostenibile è la priorità per il 72% dei viaggiatori di tutto il mondo che lo ritengono un passo necessario, con il 55% intenzionato a intraprendere scelte di viaggio più consapevoli rispetto all’anno precedente. Il 73% dei viaggiatori vuole pernottare almeno in una struttura eco-friendly nel 2019 (vs il 62% registrato nel 2016) e oltre la metà dei rispondenti (52%) è disposta a cambiare le attività previste durante il viaggio per includere camminare, andare in bici o fare hiking quando possibile (Booking.com, 2019)
  • L’impatto sulla destinazione rimane chiave con un 68% dei rispondenti che afferma che vorrebbe che quanto speso in viaggi tornasse alla comunità locale (Booking.com, 2019)
  • Secondo UNWTO, ogni US$100 spesi in vacanza da un turista proveniente dai paesi sviluppati, solo US$5 contribuisce allo sviluppo dell’economia della destinazione.
  • Secondo Responsible Travel, l’Italia è al 7° posto nella classifica delle destinazioni più popolari per il turismo responsabile.
  • Ben oltre l’”effetto Greta” anche le imprese si stanno muovendo verso pratiche eco-sostenibili, come l’invito del CEO della compagnia olandese KLM Pieter Elbers ad un comportamento più consapevole al momento della prenotazione di voli
  • Una persona su cinque ha già ridotto il numero di voli nel corso dell’anno precedente per limitare l’impatto delle emissioni sul clima (UBS, articolo della BBC, 2019)

Turismo lento

  • 6 persone su 10 (61%) faranno un tragitto più lungo per gustarsi ancora di più il viaggio stesso (Booking, 2019)
  • Cresce la tendenza a passare dalla FOMO (fear of missing out) alla JOMO (joy of missing out), ossia il focalizzarsi su esperienze più analogiche (WTM, 2019).

Prenotazioni online delle esperienze

Aumento delle prenotazioni online

  • Nonostante la Brexit e altri importanti avvenimenti del 2019, il comparto del travel nel 2019 è cresciuto del 2% in Europa, con Germania e UK i mercati più importanti per l’online booking (Phocuswright, 2019)
  • L’Effetto Brexit è stato importante nel 2019 e continuerà ad avere effetti anche nel 2020 e negli anni a venire, impattando principalmente il comparto della prenotazione online dei voli (Phocuswright, 2020)
  • Entro il 2021, l’Europa, che ha già raggiunto una penetrazione del 50% nelle prenotazioni online rispetto a quelle offline, sorpasserà gli USA per numero di prenotazioni online totali (Phocuswright, 2020)

trend turismo travel tour operator 2020 statistiche

travel trends turismo 2020_ricerca esperienze_pianficiazione

Trend nel mercato italiano

  • Gli Italiani tendono ancora a prenotare attraverso agenzie di viaggio tradizionali e call center ma il crescente e elevato tasso di penetrazione degli smartphone rende il mercato italiano uno dei più promettenti per le prenotazioni online, con una crescita prevista dell’8-9% (Phocuswright, 2019)
  • Aumenta il mercato dell’eCommerce in ambito travel in Italia con un+9% nel 2019 per un valore complessivo di 15,5 miliardi di €; si conferma l’ascesa del mobile, con +32%; il segmento tradizionale in cui operano i principali Tour Operator sale a un +7% (QualityTravel, 2020)
  • Internet si conferma come elemento fondamentale nell’organizzazione dei viaggi degli italiani, con un 97% del campione che lo ha utilizzato nelle fasi di ispirazione e ricerca e l’85% per prenotare l’alloggio nel 2019 (QualityTravel, 2020)
  • Per le attività in destinazione, prevalente l’acquisto di persona sul posto per il 63% dei viaggiatori ma il 57% utilizza internet per prenotare musei, tour, ristoranti (QualityTravel, 2020)

Il mobile traina le prenotazioni

  • Il percorso che porta alla prenotazione passa principalmente da Desktop per la fase di prenotazione e da Mobile per la fase di ricerca e di pianificazione delle esperienze di viaggio (Phocuswright, 2019 –  TourScanner, 2019)
  • Il traffico da mobile supera il 40% nel comparto Travel & Hospitality, un valore di gran lunga superiore agli altri settori indagati (Adobe, 2019)
  • Tra i brand del travel & hospitality che usano una personalizzazione automatizzata per canale, il 61% opta per il canale web e il 56% per il canale mobile (Adobe, 2019)
  • Oltre il 50% delle transazioni da mobile avvengono in una finestra temporale dal giorno stesso dell’attività a 2 giorni prima, probabilmente quando il soggetto è già a destinazione (TourScanner, 2019)
  • Lo smartphone è utilizzato dal 90% dei viaggiatori italiani nelle varie fasi del percorso di prenotazione dell’esperienza, per la ricerca di informazioni (71%), l’acquisto di servizi prima del viaggio (33%), condivisione sui canali social e tramite recensioni (33%). Si conferma l’importanza delle app: quelle più utilizzate sono quelle per la ricerca e prenotazione di ristoranti (41%) e guida della località e del territorio (35%) (QualityTravel, 2020)
  • Il 46% dei viaggiatori ha dichiarato che utilizzerà un’app per facilitare la conoscenza di informazioni sulla destinazione, pianificare e eventualmente prenotare tour e attività in tempo reale; la percentuale sale oltre il 65% se spostiamo il focus sui viaggiatori provenienti dall’India, Thailandia, Messico e Cina. (Booking.com, 2019) 
  • Le prenotazioni da OTA hanno registrato una crescita del 2% nel 2019, trainata principalmente dalle prenotazioni da mobile e app, che contano in Europa per l’11% del totale (Phocuswright, 2020)
  • Per oltre il 60% dei professionisti in viaggio le funzioni più importanti per un’app comprendono la possibilità di completare la prenotazione e fare check-in direttamente da dispositivi mobili (Euromonitor International, 2019 – Voice of the Industry: Travel and Tourism Survey)

travel trends turismo 2020 ota prenotazioni

Trend nel Marketing delle esperienze

I dati, l’alleato n.1 dei marketer: tra personalizzazione e real-time marketing

  • Oltre il 60% dei travel marketer pianifica di investire in real time analytics (Adobe, 2019)
  • La personalizzazione dei contenuti è tra le top capabilities ritenute necessarie nell’anno a venire (Adobe, 2019)
  • L’81% dei viaggiatori afferma che un’offerta di esperienze personalizzate è più importante che mai (Travolution, 2019)
  • Il 53% delle imprese del travel personalizzano i contenuti inviati via email 

trend turismo e travel tour operator 2020 statistiche_adobe

(Adobe, 2019)

 

I canali utilizzati

trend turismo e travel tour operator 2020 statistiche_emarketer

  • Oltre i 4/5 dei travel marketer reputano il marketing sui motori di ricerca tra i più efficaci per l’aumento delle prenotazioni mentre social e video si confermano come i più efficaci per campagne di branding; la tracciabilità dei risultati rimane la sfida più difficile da vincere (Phocuswright, 2019)
  • Facebook (30%) e Instagram (28%) sono visti come i canali più efficaci per raggiungere audience specifiche (Sojern, 2019)

travel trends turismo 2020 ota prenotazioni_sojern_social media

Quali altri trend possiamo attenderci nel 2020 per il mondo del travel?

Ogni mercato è differente, così come lo è l’impatto delle dinamiche di settore per ogni destinazione. Quali saranno i trend che impatteranno maggiormente la tua destinazione? Raccontaci nei commenti!

guida marketing turistico pdf

Commenti

Lascia un commento e condividi il tuo punto di vista con la community

M.Giulia Biagiotti

M.Giulia Biagiotti

Grazie ad un'esperienza di lavoro internazionale che l'ha portata dall'Italia a Parigi, Dublino, Valencia ed in Svizzera, Giulia si è specializzata in Digital Marketing e strategie Inbound, dall'ottimizzazione SEO alla creazione e promozione dei contenuti, per assistere le imprese nella gestione efficace della loro presenza online. Ti va di farle un saluto? Scrivile pure su LinkedIn o mandale un tweet!