Anche Trenitalia si lancia sul Content Marketing e lo fa con i suoi Travel Book! Cosa possiamo imparare da questo esempio di investimento in Content Marketing da parte del noto brand dei trasporti italiano?

L’esempio di Content Marketing di Trenitalia

Forse non occorre nemmeno menzionare che anche la società di trasporto del Gruppo FS Italiane ha un gran numero di attività di marketing digitali all’attivo, dai social all’email marketing e di cui il Content Marketing è una parte importante.
Per una panoramica delle attività di Marketing di Trenitalia puoi consultare il materiale creato per le università in occasione del Premio Marketing del 2018 per le università dedicato al caso Frecciarossa.

Perché investire in Content Marketing?

Grazie alla creazione di contenuti come ad esempio i Travel Book, Trenitalia può raggiungere grandi risultati sia in termini di branding sia di traffico profilato. Ecco degli esempi di risultati che può ottenere grazie al Content Marketing:

  • Ottenere maggiore visibilità online per il proprio brand, nonché per la propria estesa gamma di offerta o dare visibilità ad una specifica area o nicchia di interesse
  • Avere la possibilità di sviluppare partnership importanti
  • Testare l’interesse di specifiche destinazioni o segmenti prima di attivare altri piani di marketing e vendite ad hoc
  • Sviluppare l’interesse nei suoi prodotti e servizi da parte di un’audience profilata, con contenuti pubblicati sia sul blog sia sui social

Questi sono solo alcuni dei vantaggi che può apportare una campagna completa di Content Marketing ad un colosso come Trenitalia ma che ben si applicano trasversalmente a tutte le imprese che vendono experience, indipendentemente dalla loro dimensione.

Cosa possiamo imparare da questo esempio di Content Marketing applicato al Travel?

Se analizziamo questo esempio di Content Marketing applicato da Trenitalia, ci sono diversi elementi da cui partire per uno spunto di riflessione, oltre che per trovare quell’idea che ti aiuterà a migliorare i contenuti per promuovere le experience che offri.

  • L’importanza dell’impatto visual, tra grafica e fruibilità del sito

Pulita, semplice e accattivante ma non per questo meno in linea con gli obiettivi di comunicazione del tuo brand: la grafica è uno dei cardini del successo di un contenuto. Un contenuto di grande valore ma con una veste grafica poco accattivante rischia di non ottenere i risultati che merita. In questo esempio di Trenitalia, potrai notare come il logo del brand accompagnato dai tipici colori rosso e bianco è presente in tutte le copertine dei Travel Book; le immagini sono scelte ad hoc e amplificano il messaggio; la grafica della landing page è semplice e consente all’utente di concentrare l’attenzione su ciò che è più importante, il “next step”, ossia cliccare sulla guida di riferimento.

  • Supporto di una strategia di distribuzione ad hoc

Un altro elemento da tenere a mente è che i contenuti di questa portata non necessariamente si distribuiscono da soli ma è necessario concepirli, in primis e promuoverli, in secundis proprio come se fossero un’offerta o prodotto a sè stante. Non è un caso se si parla di “Content Marketing”, non soltanto “Content Making” 😉 . Per questo, in particolare per determinati contenuti come ad esempio i Travel Book, è necessario un supporto da parte di una strategia di distribuzione: dalla creazione di una landing page che mostri la raccolta completa delle guide, alla strategia di distribuzione via social e PR e Direct Email Marketing, su cui Trenitalia spinge moltissimo (se anche hai CartaFreccia, avrai sicuramente ricevuto almeno una volta le loro comunicazioni e offerte periodiche).

  • Onda del turismo sostenibile

Tra i mezzi di trasporto, i treni sembrano confermarsi i mezzi più in linea a vincere la scommessa sulla sostenibilità, dal punto di vista dell’impatto ambientale e dell’efficienza. Il contributo di Content Marketing che notiamo nel caso dei Travel Book non tralascia certamente questo aspetto, anche se è visibile come potrebbe “sfruttarlo” in maniera molto più incisiva soprattutto data la crescente sensibilità all’argomento. I Contenuti, infatti, devono sempre bilanciare, da una parte, il loro essere “evergreen”, ossia in grado di applicarsi più volte nel tempo e in più contesti, dall’altra devono essere veicolati in modo da suscitare interesse nel momento opportuno. Ad esempio, è decisamente probabile che tu abbia già creato moltissimi contenuti e che puoi riprendere e riproporre in contesti e momenti diversi dell’anno, utilizzando una comunicazione più legata al momento della pubblicazione.

  • Partnership strategiche

Un altro elemento interessante a vantaggio di una campagna di Content Marketing è la possibilità di realizzarla in collaborazione con altre imprese. Non stiamo parlando di outsourcing della redazione o della grafica del contenuto ma di collaborazione vera e propria tra due brand che sfruttano competenze e mercati di riferimento complementari per creare una collaborazione dal punto di vista della creazione e/o della distribuzione di un contenuto. Nel caso di Trenitalia avrai già potuto notare che i contenuti sono stati realizzati in collaborazione con Italia Slow Tour.

  • Modalità di “consumo” del contenuto

Al momento i Travel Book sono in pubblicati in versione digitale consultabile online ma per il download occorre pagare intorno ai 10 euro. Una scelta più o meno discutibile, che forse deriva anche dagli accordi con il content creator, Italia Slow Tour. Sappiamo già che un contenuto ha valore pari a quello che viene percepito da chi lo “consuma”; tuttavia, la continua pubblicazione di contenuti di valore in modalità gratuita, come in tanti altri mercati, ha un po’ “svalutato” la percezione che per quel contenuto si sia disposti a pagare. Questo non significa che non valga la pena “vendere” contenuti online o guide digitali- è il caso di Lonely Planet, che continua a investire sia in Content Marketing sia nel suo core business – ma che occorre tenere a mente diverse modalità di distribuzione del contenuto come se fosse un prodotto a sé stante.

Esempi di Content Marketing applicati alle experience

Speriamo che la nostra breve panoramica ti abbia dato un punto di vista nuovo e diverso sul tema del Content Marketing applicato al Travel! Il contesto di applicazione di questa strategia è diverso se lavori nel B2C piuttosto che nel B2B: per questo, se vuoi dare un’occhiata ad esempi concreti applicati al segmento delle experience e più vicini il tuo caso specifico ti consigliamo di dare un’occhiata al nostro portfolio completo e alle campagne che curiamo come quelle di:

E se avessi ancora dubbi, non esitare a farcelo sapere!

guida marketing turistico pdf

Commenti

Lascia un commento e condividi il tuo punto di vista con la community

M.Giulia Biagiotti

M.Giulia Biagiotti

Grazie ad un'esperienza di lavoro internazionale che l'ha portata dall'Italia a Parigi, Dublino, Valencia ed in Svizzera, Giulia si è specializzata in Digital Marketing e strategie Inbound, dall'ottimizzazione SEO alla creazione e promozione dei contenuti, per assistere le imprese nella gestione efficace della loro presenza online. Ti va di farle un saluto? Scrivile pure su LinkedIn o mandale un tweet!