Aumentare le prenotazioni dirette, a fronte di una competizione accesa di piattaforme quali TripAdvisor/Viator o GetYourGuide, sembra quasi impossibile. Invece, le tanto “odiate” OTA possono insegnarci molto su come impostare una strategia improntata alle prenotazioni.

Nel recente articolo su come disintermediare e distribuire direttamente i propri tour senza le OTA avevamo già dato un’occhiata agli elementi su cui le OTA stanno puntando e che possono essere tranquillamente replicati da imprese come la tua 😉 Vediamone ora 4 più da vicino.

1. Un sito web sviluppato per obiettivi e ad-hoc per tour e attività

La presenza online parte dalla creazione di un sito web: non un semplice sito vetrina ma una vera e propria piattaforma che permetta agli utenti di visionare in tutta trasparenza (TripAdvisor docet) i tour e le attività offerte, prenotare e, possibilmente, completare il pagamento, ma non soltanto. Dai un’occhiata ai siti web delle maggiori OTA in circolazione: hanno una grafica accattivante, una struttura user-friendly impostata appositamente per indurre la prenotazione, e non c’è dubbio che siano sempre al top dell’ultima tecnologia disponibile, dall’ottimizzazione SEO e per i dispositivi mobili, allo sviluppo di app mobile dedicate. 

Nota la copy accattivante utilizzata da Booking.com, ad esempio, che infonde urgenza nella prenotazione e fa pensare che vi sia effettiva scarsità di servizi da prenotare: i principi basi della vendita. Nota, inoltre, l’utilizzo sapiente della struttura del sito, il posizionamento dei CTA e degli altri elementi che favoriscono in maniera chiara e inequivocabile il passo successivo in direzione della prenotazione.

4 stratagemmi rubati a Booking e altre OTA per aumentare le prenotazioni_booking

Una copy a dir poco “incentivante”, non credi?

Continua a leggere: Quanto costa realizzare un nuovo sito web professionale se sei un tour operator o un’agenzia di viaggio?

2. Gestione della prenotazione e sicurezza nei pagamenti online

Un altro elemento che avrai già notato con invidia è la possibilità che danno le OTA di completare la prenotazione e il relativo pagamento direttamente sulla propria piattaforma. La gestione automatizzata della prenotazione e del pagamento, se da una parte può sembrare un investimento da valutare, è effettivamente una delle armi vincenti di TripAdvisor/Viator e delle altre OTA, poiché consente agli utenti di prenotare e pagare con sicurezza in ogni momento del giorno e della notte, senza il limite degli orari di chiusura degli uffici.

4 stratagemmi rubati a Booking e altre OTA per aumentare le prenotazioni_tripadvisor3. Una strategia di distribuzione equilibrata

Canali online o canali offline? Entrambi? Allora in quali percentuali? Una strategia di distribuzione è molto di più della semplice scelta dell’ultimo minuto o del frutto di un’improvvisazione. La distribuzione dei tuoi tour e attività deve essere necessariamente studiata in maniera strategica, cosa che le più grandi OTA non si sono di certo risparmiate di fare. Aumentare le prenotazioni online fonda le sue basi su una struttura solida quale il tuo sito web e la sua tecnologia ma non può fare a meno di una strategia di distribuzione per dare ai tuoi tour e attività la visibilità che meritano. Tra le strategie di distribuzione che utilizzano le OTA troviamo, ad esempio, per l’acquisizione di traffico, il Paid Advertising (Google Ads, Facebook Ads, etc.).

stratagemmi rubati a TripAdvisor e altre OTA per aumentare le prenotazioni _strategia distribuzione

Per la conversione delle visite in prenotazioni, tra i più noti oltre ai social, troviamo gli strumenti legati all’E-mail marketing. Se hai mai utilizzato Booking.com o TripAdvisor per prenotare un’esperienza, saprai quanto riescono ad essere a dir poco “insistenti” lato utente con le loro strategie di e-mail marketing: una volta registrato, la piattaforma ti “insegue” letteralmente per condurti nuovamente alla pagina della prenotazione, nonché per ottenere una tua recensione sulla struttura o l’impresa che ha fornito l’esperienza ex-post.

***

In conclusione, quali sono i trucchi che tutte le imprese del ramo dei tour e delle attività dovrebbero rubare alle OTA?

  • La creazione di un sito web ad-hoc, con:
    • Contenuti chiari e trasparenti sui tour e attività offerti
    • Ottimizzazione SEO dei contenuti
    • Siti web responsive per i dispositivi mobili
    • Impostazione tale da favorire un’esperienza positiva dell’utente sulla piattaforma in ogni momento
    • Struttura impostata secondo una logica di funnel di vendita che favorisca la prenotazione
    • Grafica estremamente accattivante
  • L’impostazione di una strategia di distribuzione equilibrata
  • L’utilizzo di un sistema di gestione delle prenotazioni e dei pagamenti

Se aumentare le prenotazioni non è un risultato che si ottiene in quattro e quattr’otto, la creazione di un sito web è lo step necessario e fondamentale per iniziare.

Spero di averti suggerito nuovi spunti per aumentare le prenotazioni! E se hai domande o curiosità sull’implementazione degli strumenti per far scintillare online i tuoi tour e attività, non esitare a scriverci o a lasciare un commento a questo post!

M.Giulia Biagiotti

M.Giulia Biagiotti

Grazie ad un'esperienza di lavoro internazionale che l'ha portata dall'Italia a Parigi, Dublino, Valencia, Svizzera e oggi Germania, Giulia si è specializzata in Digital Marketing e strategie Inbound, dall'ottimizzazione SEO alla creazione e promozione dei contenuti, per assistere le imprese del Travel & Travel Tech nella gestione efficace della loro presenza online. Ti va di farle un saluto? Scrivile pure su LinkedIn o mandale un tweet!