Skip to main content
MARKETING TERRITORIALENEWSPROGETTISTART UP

Segnali di speranza e spiragli di luce nel mondo del Travel (per ripartire con una carica in più)

By January 27, 2021January 30th, 2021No Comments
progetti-virtuosi-travel-covid (9)

Come disse John Fitzgerald Kennedy: “Scritta in cinese la parola crisi è composta da due caratteri. Uno rappresenta il pericolo e l’altro rappresenta l’opportunità”.

È risaputo che le idee più geniali nascano quasi sempre dalle crisi, quando la crisi stessa lascia dei gap da colmare con nuova creatività e ingegno.

Pensate ai Roaring 20s, gli Anni Ruggenti che studiamo nei libri di scuola, che seguirono la Febbre Spagnola del 1918. Da quel momento buio si crearono le basi della società moderna. Cosa avverrà dopo il Covid? Possiamo applicare lo stesso modello di crisi-rinascita?

Vi vogliamo dare una risposta concedendoci oggi una riflessione “a bicchiere mezzo pieno”. Dopo mesi in cui siamo stati bombardati solo da numeri negativi e stime funeste è in qualche modo terapeutico e confortante cercare di vedere un qualche spiraglio di luce nella tempesta.

Iniziamo con una nuova energia questo 2021 affinché il buio non prevalga sulla luce fioca che cerca di emergere. Non ci sono solo cattive notizie in agguato: il 2020 ha sconvolto radicalmente il settore mettendo però in luce delle opportunità prima poco esplorate o semplicemente non ritenute “prioritarie”.

Progetti virtuosi che infondono speranza

#1 Procida, Capitale Italiana della Cultura 2022

Procida sarà Capitale Italiana della Cultura 2022 con il dossier “la cultura non isola”. Trionfa il mare come elemento di unione, l’isola come ponte e una realtà isolana “minore”.

La vittoria di Procida, annunciata dal Ministro Franceschini in data 18 gennaio, è stata accolta tra esultanza e lacrime di gioia dagli isolani.

“Un’isola è un ponte con ogni mondo possibile, un mare di diversità che si estende all’infinito. La cultura sull’isola è una nuova identità da costruire insieme” narra la candidatura poetica di Procida.

Il progetto corale dell’isola accompagnerà il settore “nell’anno della rinascita” come espressione e segnale di rilancio del turismo consapevole e di prossimità per tutte le realtà costiere italiane. Un progetto premiato per essere ben calibrato sugli gli investimenti, basati su un modello di sviluppo sostenibile del territorio e della comunità locale, a favore della rivitalizzazione di destinazioni turistiche meno conosciute.

Una vittoria che si carica di un valore simbolico, oggi più che mai.

#2 Welcome to Italia

Welcome to Italia si apre con una lettera di amore al nostro paese: “Infinite volte sfidata da guerre, carestie, epidemie e infinite volte tornata ad essere il Paese più desiderato al mondo”. La ripartenza è il Nuovo Rinascimento: “Welcome to Italia è qui per svolgere la sua missione di guidare i viaggiatori alla scoperta dell’Italia, suggerendo le esperienze imperdibili del nuovo Rinascimento che ci aspetta”.

progetti-virtuosi-travel-covid (1)Fonte: Welcome to Italia

Welcome to Italia è una piattaforma innovativa creata per rilanciare il turismo incoming in Italia. L’obiettivo è quello di promuovere il patrimonio italiano tramite un marketplace dal respiro internazionale che combina una selezionata editoria turistica con esperienze di alto livello. La piattaforma si propone di raggiungere un target di viaggiatori alto-spendenti che desidera dedicarsi ad attività culturali, ispirazionali ed edonistiche.

L’iniziativa nasce dalla sinergia di un network di imprese, in primis dal gruppo editoriale Proedi Comunicazione. Accanto a essa si riuniscono tour operator specializzati nelle varie destinazioni, aziende digitali, start-up innovative. Partner tecnico del progetto è Regiondo Italia, reservation system, che ha avuto il merito in questi mesi di supportare la digitalizzazione di molte aziende del settore.

#3 Italywow.app

Italywow.app è un app che aggrega tutte le esperienze italiane secondo categorie e preferenze. Uno degli ostacoli più dispendiosi in termini di tempo per un viaggiatore è proprio la ricerca tra una miriade infiniti di portali e pagine web per trovare esattamente quello che si desidera: quale sarà l’esperienza migliore? Quali tappe toccare rispetto ad altre?

Ed ecco che potrebbe venire in soccorso Italywow.app: “L’Italia dei borghi nascosti, delle degustazioni in cantina, del grano che splende nei campi d’estate, delle vedute sulle raggianti baie della costa. Il Bel Paese ha così tanto da offrire che senza un minimo di organizzazione sarebbe impossibile vivere appieno il tuo prossimo viaggio”.

progetti-virtuosi-travel-covid (2)Fonte: HP Italywow – sito e blog sviluppato da XeniaPro

#4 Apical Transformation school

La storia di Apical getta le basi proprio nel gap di opportunità creato dalla pandemia. Fino al 2020 si trattava di un software per commercializzare prodotti online. Oggi, Apical Transformational School (Ats) è la più grande community italiana di innovatori del travel. Una hub che offre formazione, sinergie e percorsi di accelerazione personalizzati per delineare il proprio modello di business verso l’innovazione, la trasformazione e la sostenibilità.

“Nel bel mezzo della tempesta abbiamo creato un progetto di scuola Trasformativa – spiega Nicola Zanola, Ceo e co-founder di Apical – che ad oggi ha coinvolto oltre quindici tra i migliori formatori del settore e più di quattrocento partecipanti. Insieme ai nostri partner abbiamo creato qualcosa che fino ad un anno fa non ci saremmo mai immaginati e che sta cambiando la nostra e le vite di tante persone”.

progetti-virtuosi-travel-covid (3)Fonte: Apical.org

#5 Click iT

Click iT è il primo portale per i viaggi Undertourism in Italia. Si propone di creare un grande network di operatori e provider di esperienze per valorizzare e rivitalizzare il patrimonio ambientale e culturale italiano al di fuori della mappa più comune dei viaggi. Sul portale i viaggiatori potranno avere accesso a tre moduli personalizzabili (Vacanze, Soggiorno e Esperienze), combinabili tra loro grazie al dynamic packaging.

“L’Undertourism è un nuovo modo di viaggiare alla scoperta di esperienze nuove, autentiche, inaspettate, rispettose verso l’ambiente, al di fuori delle solite mete del turismo di massa e nel rispetto delle esigenze di distanziamento sociale”.

 

progetti-virtuosi-travel-covid (4)Fonte: Click iT

#6 Hotel Insights

Google ha scelto l’Italia come primo paese in cui lanciare localmente la piattaforma Hotel Insights, progetto annunciato insieme a MiBACT, ENIT, UNWTO e a Confindustria Alberghi, Federalberghi e Federturismo Confindustria. La scelta del nostro paese è un chiaro segno dell’impegno di Google nel sostegno della rinascita del turismo italiano. La piattaforma permetterà alle strutture ricettive di recuperare importanti informazioni, dati sulle ricerche dei potenziali clienti e sulla loro provenienza. Google Hotel Insights aiuterà gli operatori a interpretare e utilizzare i dati a loro favore in ottica di ampliamento degli asset e tool digitali.

Come si legge su Forbes: “La trasformazione digitale è indispensabile per soddisfare il bisogno di crescita economica a cui l’Italia si trova di fronte – ha dichiarato Fabio Vaccarono, vicepresidente di Google – Abbiamo deciso di supportare il Paese con il nostro piano ‘Italia in digitale’. Hotel Insights conferma questo impegno e lo fa con particolare attenzione al turismo, uno dei settori più colpiti dalla pandemia. Vuole fornire agli operatori strumenti, risorse e progetti di formazione specifici, per farsi trovare pronti quando si tornerà a viaggiare”.

progetti-virtuosi-travel-covid (5)Fonte: HotelInsights

#7 Touriosity

“Booking with Touriosity is a personal statement to declare your support for small businesses everywhere”. Touriosity nasce dall’intuizione di Chris Torres in seguito ad alcuni confronti con gli operatori del settore. Cosa divenne chiaro durante questi incontri virtuali è che gli operatori dipendenti dalle prenotazioni tramite le grandi OTA risultavano quelli più colpiti, proprio perché non avevano il contatto diretto con i propri clienti.

Fonte: Touriosity

Touriosity è un’agenzia di viaggio online (OTA) senza commissioni, il cui obiettivo è proprio aiutare i fornitori locali di tour e attività ad incrementare le prenotazioni dirette e a concentrarsi sul sito e marketing del proprio brand. Un marketplace di intermediazione che favorisce il piccolo operatore locale, proprio perché nasce dalla consapevolezza che il tessuto imprenditoriale turistico è formato principalmente da piccole aziende radicate sul territorio.

#8 Outsite

“Work anywhere. Live differently” è il motto di Outsite, realtà nata nel 2015 per andare incontro a un bisogno crescente: dare uno spazio di lavoro ai cosiddetti “digital nomads”, professionisti, freelance e dipendenti di tutto il mondo non legati a una sede aziendale fisica.

progetti-virtuosi-travel-covid (6)Fonte: Outsite

Questo segmento si è indubbiamente ampliato nel periodo storico attuale, dando luogo al cosiddetto fenomeno turistico della workation, ovvero il lavoro da remoto in un luogo di vacanza.

Outside, attualmente, si è adeguata ai tempi e si è evoluta fino a diventare una piattaforma dedicata alla creazione di comunità di lavoratori da remoto. Fornisce spazi e servizi per il loro benessere in 24 diverse postazioni in località urbane, costiere e alpine di tutto il mondo. Applicando il modello basato sulle subscription offre servizi di membership per lavoratori individuali e aziende che desiderano motivare i loro dipendenti sparsi in tutto il globo.

Sintomi di guarigione che anticipano la ripresa

Il vaccino per il Covid è sinonimo di ottimismo e speranza per il settore: si riaccende la voglia di ricominciare a viaggiare.

I dati del rapporto A year in travel di eDreams Odigeo lo confermano: i viaggiatori non vedono l’ora di imbarcarsi su un aereo per dare inizio alla loro avventura. L’annuncio delle campagne vaccinali ha portato infatti a un boom di prenotazioni per l’estate 2021. Certo, ci vorrà del tempo per parlare di una vera e propria ripresa ma i segnali sono incoraggianti. Qualcosa ha già iniziato a muoversi.

L’Italia si profila in questo scenario tra i paesi più desiderati in tutto il mondo: un nuovo Rinascimento italiano è alle porte, come afferma la Rivista Travel + Leisure, che ha dedicato un articolo alle bellezze genuine italiane.

La luce in fondo al tunnel è evidenziata dai timidi segnali di ripartenza delle ricerche dei voli verso il nostro paese: per le vacanze di Pasqua sono state registrate +8,3 mila ricerche per gli italiani e +15,9 mila ricerche per gli stranieri. Infine per la stagione estiva, la prima settimana di luglio sembra essere ricercata con interesse prevalentemente dagli stranieri (+16,3%),  gli italiani favoriscono la prima settimana di agosto (+8,0%).

Anche la compagnia low cost britannica Easyjet ha fatto accendere l’ottimismo: come ha riportato la BBC , le prenotazioni per i pacchetti easyJet Holidays per la prossima estate sono aumentate del 250% rispetto allo scorso anno, sicuramente un dato che offre prospettive incoraggianti per il futuro. “Esiste una domanda repressa, l’abbiamo visto ogni volta che le restrizioni sono state allentate”, ha dichiarato Johan Lundgren, CEO di Easyjet.

Trend positivi emersi durante il Covid che si consolideranno

#1 Undertourism

Se prima del Covid moltissime destinazioni non riuscivano ad ammettere l’enorme problema dell’overtourism, ecco che ci è voluta la pandemia per farci definitivamente i conti. Una rinnovata consapevolezza, la pausa forzata di riflessione e il silenzio nelle strade prima invase da orde di turisti schiamazzanti potrebbe portare in fase di ripartenza a una nuova gestione dei flussi turistici nelle grandi città d’arte o nei paradisi incontaminati, così come a una promozione di luoghi meno conosciuti, verso il cosiddetto turismo rigenerativo.

Le Hawaii ci stanno lavorando con un piano equilibrato che punta su sostenibilità e turismo.

progetti-virtuosi-travel-covid (7)Fonte: Skift

#2 Virtual reality Tourism & Online Experiences

La realtà virtuale ci ha mostrato che è possibile vivere un’esperienza sensoriale, interattiva e immersiva direttamente da casa. La creazione di esperienze online è un’opportunità per tutti quegli operatori disposti a investire nella creazione di un prodotto digitale per il mercato estero, non solo in tempi di pandemia ma anche nel medio-lungo termine.

Come afferma Forbes, il futuro del viaggio sarà sempre più legato a esperienze virtuali personalizzate.

Fonte: Experiences at Home – Venice Tours

#3 Neverending Travel

Antidoto del mordi-e-fuggi, uno dei trend emersi nel 2020 è il Neverending Travel. Si tratta di prolungare l’esperienza turistica offrendo upselling prima e dopo il viaggio, per esempio con l’accesso di contenuti online come la guida di una città, cooking class di prodotti tipici del territorio. Secondo i dati presentati in anticipo sul Sole 24 Ore ed esposti stamattina dall’Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo, “con questo approccio, il 42% delle strutture ricettive ha iniziato a offrire ai propri clienti l’acquisto di prodotti enogastronomici o di artigianato, anche tramite un e-commerce (8%)”. Un aspetto quindi che si lega alla gestione della fase di ricerca, prenotazione e post-viaggio che avrà un impatto duraturo sull’avanzamento della digitalizzazione delle imprese turistiche.

In conclusione

La pandemia ha mostrato chiaramente che nel turismo l’innovazione è necessaria per rinascere: rinascere per reinventarci con nuovi valori e priorità, per slegarci da vecchie dinamiche, rivedere le nostre priorità e per analizzare la situazione in una nuova luce.

I cambiamenti di oggi sono la base su cui costruire il nostro domani. Lo dimostrano i progetti virtuosi, i segnali di speranza e nuovi trend che rimettono al centro il valore aggiunto di quello che offriamo.

 

La nostra lista di progetti virtuosi è in continuo aggiornamento: conoscete una realtà o un progetto nato in risposta all’emergenza Covid che vorreste condividere? Scriveteci a [email protected] e inseriremo nel blog post anche il vostro contributo!